Archivi tag: discarica a sant’agata militello

Sant’Agata Militello: quali sono i benefici della discarica?


Sant’Agata Militello, 3 Ottobre 2010, una cittadina svuotata fisicamente perché molte persone si trovano a Palermo per partecipare alla messa del Papa, svuotata psicologicamente perché non si fa abbastanza contro la proposta di realizzare questa famigerata discarica che dovrà “sorgere” in contrada Carbone.

Mentre le mamme di Napoli protestano contro la possibilità remota di un’ipotetica discarica nel parco del Vesuvio (sarebbe la seconda) qui a Sant’Agata, in questa tanto bella quanto disgraziata terra, tutto tace, o, perlomeno, sembra essere così. Sembra quasi che alla gente vada bene questo, sembra quasi che con la concretizzazione dello stesso immondezzaio si apporti un guadagno non solo dal punto di vista paesaggistico e turistico ma anche da quello economico per l’intera cittadinanza!  Beh, non è proprio così, conti alla mano, prendendo in considerazione i dati ufficiali, il risparmio medio per singola persona sulla tassa dei rifiuti sarà di circa 3 euro, un’enormità!

C’è chi dice addirittura che le mamme napoletane tra pochi mesi non dovranno più preoccuparsi, perché quando i lavori del porto saranno terminati, i loro rifiuti, anche radioattivi (considerato che molti imprenditori del nord vendono i loro rifiuti alla camorra), saranno inviati con navi stracolme anche qui, nel nostro paese, grazie all’approvazione di decreti urgenti e straordinari.

Ironia a parte, come si può pensare di barattare per tre euro il futuro di noi giovani? Chi di dovere fa cattiva informazione, nel senso che afferma che ci sarà un risparmio consistente nelle tasche dei cittadini, ma non è così, soprattutto se si considera che la tassa sui rifiuti nel territorio di Messina è circa 5 volte, a parità di condizioni, rispetto a quella di Torino o di Milano. Siamo indietro mezzo secolo rispetto a queste due città (per non parlare della Germania)! Mentre lì davvero si “fanno i soldi” con i rifiuti e ne beneficiano sul serio i cittadini, qui di soldi con i rifiuti ne fanno solo in pochi! Lì la raccolta differenziata la fanno da tanti anni ormai e i singoli comuni vendono la loro spazzatura alle aziende che la riciclano e la riutilizzano per realizzare nuovi prodotti. In quel territorio lontano anni dal nostro da parte dei rifiuti si ricava energia, dalla combustione, dai gas dei rifiuti organici ecc…, ma qui in questa bellissima terra, dove la raccolta differenziata è cominciata solo da pochissimi mesi, non si sa neanche cosa sia un termovalorizzatore, figuriamoci a gestirlo.

Adesso chiedo a voi lettori, sotto diversi punti di vista, cosa il nostro paese guadagnerà con la realizzazione della discarica, mi piacerebbe capirlo, spiegatemelo. Secondo me mancano progetti seri di lungo respiro che abbiano un obiettivo comune, chiaro e utile per i cittadini.

FRANCESCO LAZZARA

Annunci