SANT’AGATA MILITELLO – Conclusi i solenni festeggiamenti in onore di “Nostra Signora del Sacro Cuore di Gesù”


IMG-20150831-WA0006

Si sono conclusi ieri sera, 30 agosto 2015, con i tradizionali fuochi pirotecnici i Festeggiamenti in onore di “Nostra Signora del Sacro Cuore di Gesù”, Madonna venerata nella contrada di Torrecandele a Sant’Agata Militello. Dopo la Santa Messa presieduta dal parroco don Gaetano Franchina, si è svolta la consueta processione per le vie della contrada santagatese. Nella serata il tanto atteso CONCERTO DI RON è riuscito ad attrarre l’interesse di tantissima gente proveniente dall’intero comprensorio nebroideo.

La festa, come ogni anno, riscuote un enorme successo grazie ai numerosi sponsor raccolti, al comitato festa, alla Pro Loco Agatirno ed in particolare all’infaticabile presidente Pippo Natoli, che grazie alle sue capacità organizzative, alla sua forza di volontà e al suo spirito di sacrificio, nonostante le numerose difficoltà, riesce sempre ad organizzare una festa che non ha nulla da invidiare a quelle degli altri comuni limitrofi.

Andrea Sturniolo

Questo slideshow richiede JavaScript.

SANT’AGATA MILITELLO – Concerto della Fanfara dei Bersaglieri “Vincenzo Guarano” di Trapani


11907169_809230775862680_7627524527165525362_n

Ieri sera, giorno 29 agosto 2015, si è svolto il tanto atteso CONCERTO DELLA FANFARA DEI BERSAGLIERI “Vincenzo Guarano” di Trapani a Sant’Agata Militello, in c/da Torrecandele, a cura del comitato festa Nostra Signora del Sacro Cuore di Gesù e della Pro Loco Agatirno. Nel pomeriggio i Bersaglieri hanno avuto modo di sfilare per le vie della città effettuando il seguente itinerario: partenza da via Medici di fronte l’ospedale, breve sosta in Piazza Vittorio Emanuele, per poi proseguire per via Medici, c/da Rione Greco, c/da Capita e Torrecandele. Tanta la partecipazione dei cittadini che oltre ad ascoltare i loro brani musicali, hanno avuto modo di degustare la granita offerta dai bar santagatesi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

SANT’AGATA MILITELLO – Concerto di Ron in occasione della festa della “Madonnina di Torrecandele”


222

Giorno 30 agosto 2015, in occasione dei Festeggiamenti in onore di “Nostra Signora del Sacro Cuore di Gesù”, oltre alla tradizionale Santa Messa a cui seguirà la Solenne Processione per le viuzze di contrada Torrecandele, in serata a partire dalle ore 22.00 si terrà il tanto atteso CONCERTO DI RON, a cura del comitato festa e della Pro Loco Agatirno. A seguire ci saranno i consueti fuochi d’artificio.

Militello Rosmarino, presentato il libro “A quelli che verranno” di Enzo Sanfilippo



Copertina Enzo Sanfilippo - Copia (2)

Militello Rosmarino – E’ stato presentato giovedì sera, presso la Chiesa del Rosario in Piazza Lodato, il libro “A quelli che verranno”, opera postuma, di Enzo Sanfilippo.

11924770_611213558981809_4639982452740632765_n

Sono intervenuti il Sindaco di Militello Rosmarino Avv. Calogero Lo Re, il Presidente del Consiglio del Comune di Alcara Li Fusi Carlo Vitale, il pittore John Picking, il consigliere regionale della lombardia Dott. Nicola Lombardo, il presidente dell’Associazione Amici di Militello Rosmarino nel Nord Italia “Filippo Piscitello”- Biagio Lo Castro.  A moderare gli interventi Elisa Oddo, nipote dell’autore.

L’opera è una piccola raccolta di poesie, preghiere ed aforismi che l’autore aveva lasciato sparpagliati e sicuramente non organizzati in maniera organica. La redazione definitiva è stata curata da Gaetano Cicirello con il contributo economico dell’associazione lombarda che ha offerto e promosso la divulgazione del testo.

11902317_611213385648493_7210425626431086736_n

Riportiamo le parole in prefazione del Sac. Don Guido Passalacqua, amico e collega, dell’autore:

“A poco più di un anno dalla morte improvvisa e per tutti dolorosa del caro Enzo Sanfilippo, la sua Militello, per la quale tanto si è prodigato, su iniziativa apprezzabile di Gaetano Cicirello e di altri amici che ne custodiscono la memoria e ne esplorano con “intelletto di amore” il lascito umano, religioso, culturale, pubblica, col patrocinio dell’Associazione Culturale “Militellesi del Nord Italia”, nella persona del Presidente Biagio Lo Castro, questa prima raccolta di pensieri-poesie-preghiere.

Molto si sa della passione e competenza del Prof. Sanfilippo per l’arte in generale e per la storia civile, religiosa e culturale dei Nebrodi, in particolare di Militello e di Alcara, considerata da lui come seconda casa; molto si dovrà scoprire ancora tra le sue carte per tracciare un profilo pienamente compiuto della sua personalità e dei suoi interessi molteplici.

Intanto, è stata per me una bellissima sorpresa – e mi auguro per tutti i lettori – quasi un dono ancora più gradito perché inaspettato, la lettura di questi componimenti che costituiscono il contenuto di questa raccolta. Poesie e preghiere dall’afflato religioso autentico, costante, una dolce, continua, umanissima supplica al Signore, alla Vergine, ai Santi. Attraverso di esse si dispiega un lungo, faticoso, combattuto emergere della ricerca di un’autentica fede, la rivelazione di sofferte emozioni e sentimenti, di aneliti alla pace interiore nella consapevolezza di una fragilità riconosciuta, sofferta e offerta a Dio con un disarmante abbandono alla grazia.

Attraverso queste pagine si rivela un’anima che sa custodire i valori che fanno la bellezza della vita: gli affetti familiari, gli amici, la fede, la preghiera, il dono di percepire la bellezza in e attraverso tutte le cose. Una ricca eredità ci lascia il Prof. Sanfilippo: la ricerca del Bello, del Vero, dell’Assoluto.” “

11863458_611213442315154_603282212212049373_n

Foto a cura di Alexis Pio Collica

FFoto

SANT’AGATA MILITELLO – Conclusi i solenni festeggiamenti in onore del Santo Patrono “San Giuseppe”


36

Si sono conclusi domenica 9 agosto 2015 i solenni festeggiamenti in onore del Santo Patrono di Sant’Agata Militello SAN GIUSEPPE. Ecco il programma di eventi che si è potuto imbastire grazie al costituendo comitato festa. Giorno 5, al termine della Santa Messa Vespertina, il simulacro di San Giuseppe sarà traslato dalla cappella al fercolo. Giorno 6 alle ore 17:00 “Caccia al selfie” gioco a premi a cura dei ragazzi dell’Associazione Agorà e alle ore 21:30 Sagra dell’anguria. “L’isola che c’è” Gonfiabile per i bambini offerto dalla F.A.I. (ex A.C.I.S.) e liscio in piazza a cura della scuola di Ballo Butterfly Dance presso Piazza Duomo. Giorno 7 a partire dalle ore 21:30 in Piazza Duomo. Opera in Canto (VII edizione) arie e cori d’opera eseguiti dal coro “Lorenzo Perosi” e Gospel Family esecuzione di brani gospel per coro di voci bianche e voci femminili. Giorno 8, a causa delle avverse condizioni meteo, non si è potuto svolgere sul lungomare Cosenz, il musical  “Il Coraggio di volare” realizzato dalla band “Frequenza 1” su ispirazione della Beata Chiara Luce Badano. Giorno 9 dopo la Santa Messa solenne presieduta dal Parroco Arc. Daniele Collovà e animata dal coro “L.  Perosi”, è seguita la processione del simulacro di San Giuseppe per le vie del Paese. Al termine della processione ha avuto luogo, sul lungomare Cosenz il concerto di LUCA BARBAROSSA e per concludere l’ormai consueto spettacolo di fuochi pirotecnici curati dalla ditta Russo Fireworks di Castell’Umberto.

Qui di seguito troverete una breve dichiarazione del Sindaco di Sant’Agata Militello dott. Carmelo Sottile: “Grande successo per la Festa di San Giuseppe. Migliaia di persone hanno preso d’assalto tutto il lungomare santagatese dove, dopo la bella processione rinnovata con tanti luci e botti, il concerto di Luca Barbarossa ha incantato ed affascinato tutto il pubblico. A seguire gli splendidi giochi d’artificio hanno illuminato una notte magica. Un ringraziamento sincero a Padre Daniele Collovà ed a tutto il Comitato festeggiamenti San Giuseppe con l’Associazione Agorà, ai Vigili Urbani, all’Ufficio Turistico e Tecnico, alla Protezione Civile, ed a tutta l’Amministrazione Comunale di Sant’Agata per l’impegno e la grande riuscita di un Festa del Patrono che proprio da quest’anno ha assunto un significato di forte appartenenza e di aggregazione ad una comunità nel rispetto della tradizione e della solennità religiosa!

Questo slideshow richiede JavaScript.

SANT’AGATA MILITELLO – La “Dieta dei Nebrodi” regina ad Expo 2015


Antichi Suoni in concerto ad Expò 2015

La “Dieta dei Nebrodi” entrata in punta di piedi nel cluster Bio-mediterraneo dedicato alla “Dieta mediterranea” (riconosciuta dall’Unesco quale “patrimonio dell’umanità”) e ne esce dopo appena una settimana di presenza ad Expo 2015, dal 20 al 26 luglio, da acclamata regina con l’aureola di “eccellenza di identità territoriale”: i Nebrodi. E’ stato il Gal Nebrodi plus, col suo presidente Francesco Calanna, infatti a cogliere questa eccezionale opportunità dell’Esposizione Universale 2015 per mettere in vetrina i valori della ruralità e delle tipicità in equilibrio con l’ambiente, quali la produzione casearia, olio, miele, derivati del suino nero, dolciaria. La “Dieta dei Nebrodi” (buon vivere in armonia con la natura) quindi, che ha visto la sua apoteosi conclusiva sabato 25 e domenica 26 con i “Pranzi delle feste dei Nebrodi” grazie all’arte creativa di abili chef (Lidia Calà, Tindaro Ricciardo, Sarino Damiano, Tindaro Borrello, Eliana Carroccetto, Franco Agliolo, Sebastiano Triscari, Franco Lazzara) che, quali autentici ambasciatori del gusto hanno deliziato i palati più esigenti delle migliaia di visitatori. Tra questi “mostri” dell’arte culinaria nebroidea, il venerdì 24, abbiamo assistito alla dimostrazione, davanti ai fornelli approntati sul palco del Gal plus, del maestro Franco Agliolo collaborato da Angelo Napoli,  che ha proposto – muovendosi fra “tradizione” e “innovazione” – la “Rinisca” (pecora giovane cotta  sottovuoto a bassa temperatura, condita con olio, limone, origano) e la “Nuage” (spuma montata di ricotta fresca  servita con scorzetta d’arancia candita, cialda di pistacchio,  succo di ficodindia). “La nostra è una missione – ci dice Agliolo a conclusione della sua performance  – dobbiamo saper trasmettere e valorizzare a mezzo del cibo che esprime la cucina nebroidea, sempre e comunque la natura che ci circonda: gli ubertosi  Nebrodi”. E se questi sono stati  i monti, gli chef che operano alle loro pendici, tra i moltelici “piatti” hanno proposto ai meravigliatissimi visitatori la saporita pasta con le sarde, le acciughe a beccafico o il calamaro ripieno, l’insalata di finocchi. Per concludere il “pranzo della festa nebroidea”, i maestri della pasticceria mettevano il loro sigillo con il classico “cannolo di ricotta” unitamente alla deliziosa “setteveli”.

franco agliolo ambrosia

Il  Gal Nebrodi plus di “piazza Sicilia” non è stato solo “diritto al piacere e al gustare cibi buoni” è stato anche occasione di momenti culturali legati alla tradizione letteraria sacra e profana che si “nutre” o si è “nutrita” di Nebrodi come ad esempio lo scrittore Vincenzo Consolo; di Nicola Vanadia sindaco di Alcara  che ha dissertato sul significato della festa del “Muzzuni” sottolineata dai canti e dai suoni del gruppo “Antichi Suoni” diretto da Michele Saccone  che a fine serata così  si è espresso: “Noi degli Antichi Suoni sentiamo addosso tutto il peso che ci siamo assunti nei confronti di Alcara prima e dei Nebrodi poi, accettando l’onere di venire qui ad Expò 2015 quali ambasciatori del Gal Nebrodi Plus. Dicevo di Alcara prima – soggiunge il maestro – perché esibirci qui a Milano nella “Piazza Sicilia” del cluster Bio-Mediterraneo al seguito del “Muzzuni” massima espressione della tradizione alcarese, se da un lato ci inorgoglisce, dall’altro ci fa tremare le vene ai polsi. Quindi, dei Nebrodi dopo, perché i nostri Monti,  presentando al mondo di Expò 2015 la “Dieta Nebroidea” hanno scelto per le due serate conclusive, quale bigliettino con su scritto “arrivederci”, i nostri canti, i nostri suoni”. Ha concluso la kermesse culturale Angelo Tudisca sindaco di Tusa che ha parlato delle potenzialità turistiche e culturali del centro rivierasco dichiarato (Bandiera blu 2015).

(da Gazzetta del Sud – NINO VICARIO)

Nelle foto: lo chef Agliolo e Michele Saccone per gli Antichi Suoni

SANT’AGATA MILITELLO – Programma dei festeggiamenti in onore del Santo Patrono San Giuseppe (Agosto 2015)


Manifesto San Giuseppe - Agosto 2015 - COMPLETO

Il Comitato Festa San Giuseppe, le Comunità Parrocchiali di Sant’Agata Militello, col Patrocinio dell’Amministrazione Comunale, festeggiano il Santo Patrono San Giuseppe. Qui di seguito il programma della festa.

Mercoledì 5

Al termine della Santa Messa Vespertina il simulacro di San Giuseppe sarà traslato dalla cappella al fercolo.

6 – 7 – 8           Triduo di preparazione predicato dal Diacono Don Giuseppe Agnello

ore 18:30 Santa Messa.

Giovedì 6

ore 17:00 “Caccia al selfie” gioco a premi a cura dei ragazzi dell’Associazione Agorà presso Piazza Duomo

ore 21:30 Sagra dell’anguria. “L’isola che c’è” Gonfiabile per i bambini offerto dalla F.A.I. (ex A.C.I.S.). Liscio in piazza a cura della scuola di Ballo Butterfly Dance presso Piazza Duomo

Venerdì 7   

ore 21:30 in Piazza Duomo. Opera in Canto (VII edizione) arie e cori d’opera eseguiti dal coro “Lorenzo Perosi” Gospel Family esecuzione di brani gospel per coro di voci bianche e voci femminili

Sabata 8      

ore 12:00 apertura dei festeggiamenti con scampanio solenne.

ore 18:00 Giro del Corpo Bandistico G. Verdi per le vie cittadine.

ore 18:30 Vespri Solenni di San Giuseppe e Celebrazione Eucaristica.

ore 19:30 Marce sinfoniche in piazza Duomo.

ore 21:30 Lungomare Cosenz: musical “Il Coraggio di volare” realizzato dalla band “Frequenza 1” su ispirazione della Beata Chiara Luce Badano.

Domenica 09

ore 07:30 – 10:00 – 11:30 Ss. Messe.

ore 08:00 Sparo di bombe a cannone e giro del Corpo Bandistico “G. Verdi” per le vie cittadine.

ore 17:30 S. Messa solenne presieduta dal Parroco Arc. Daniele Collovà e animata dal coro “L.  Perosi”.

Seguirà la processione del simulacro di San Giuseppe secondo il seguente itinerario: via Magenta, via Cernaia, via San Martino, via Puglie, via V. Veneto, largo Vallone Posta, via Medici, via Campidoglio, via Cosenz, via Roma, via Medici, p.zza Crispi, via Carraffello, via Duca d’Aosta, via Enna, via Catania, via Ragusa, via Medici, via San Giuseppe, p.zza Duomo. Al rientro della processione la statua di San Giuseppe verrà riposta solennemente nella cappella.

ore 22:00        Lungomare Cosenz LUCA BARBAROSSA in concerto a cura dell’Amministrazione Comunale

ore 24:00        Spettacolo di fuochi pirotecnici curati dalla ditta Russo Fireworks di Castell’Umberto

L’illuminazione delle vie principali sarà curata dalla ditta Idea Lux di Manera di Castell’Umberto. Si ringraziano tutti coloro che a qualunque titolo hanno contribuito alla realizzazione della festa.

Il Comitato Festa

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 74 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: