LONGI. LA PERICOLOSA CADUTA MASSI SULLA PROVINCIALE 157


 

la-frana-dal-pizzo-stifani-caduta-sulla-provinciale-157

Sono trascorsi oltre due mesi da quando dalla roccia di Pizzo Stifani, nel territorio di Longi, grossi massi si sono staccati invadendo prima il tratto di strada, ostruendolo, della sottostante provinciale 157, rotolando poi, con enorme fragore, nella vicina vallata lasciandosi alle spalle rovine e gravi danni in modo serio da non consentire la libera circolazione automobilistica. Ora per dare forza al grido d’allarme dei longesi rivolto all’indirizzo delle autorità competenti per i disagi legati al loro involontario isolamento, citiamo alcune date di eventi franosi che hanno interessato largamente la zona:  anni 1960, ‘70, ’80, ’82  2012 e in ordine di tempo  corrente anno. Fra i conseguenti disagi sopportati dai cittadini di Longi e da quanti provengono dalla zona tirrenica,  dovuti alla lunga interruzione del transito automobilistico nella predetta località, ne citiamo uno per tutti, quello legato al loro bisogno di raggiungere i paesi della costa:  possono farlo solamente via Galati Mamertino con aggravio, naturalmente, di costi e dispendio di tempo. Non è mancato in passato – lo diciamo non certo per fare dell’allarmismo gratuito – chi impavidamente (per urgenze di famiglia?) ha spostato le transenne che ne vietavano il transito e si è avventurato sull’infido percorso rischiando di venire  travolto dai massi che rotolano lungo il costone per abbattersi sullo stradale per poi rovinare nel greto del fiume “Fitalia” travolgendo alberi e piantagioni. Solo la fortuna o il destino hanno evitato la tragedia. Se in passato si è dovuto attendere l’intervento pubblico con i suoi lunghi tempi burocratici, per rendere agibile l’arteria interrotta, oggi è giunta l’ora – prima che ci scappi il morto – di intervenire radicalmente per eliminare le cause dei periodici smottamenti. Ogni soluzione tampone non giova a nessuno, è solo spreco di risorse.

Da “Gazzetta del Sud” – NINO VICARIO

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...