LONGI.  MOSTRA  ANTROPOLOGICA  NEI  SALONI  DEL  CASTELLO  DUCALE


la-famiglia-galati-negli-usa-negli-anni-30

<<Sogni di cartone>> è il titolo di una mostra antropologica che la neolaureata in architettura  Maria Teresa Brancatelli ha allestito a Longi suo paese natio, nei locali del Castello ducale  di proprietà della Banca di Credito Cooperativo della Valle del Fitalia. La kermesse affronta con minuziosa puntualità e scrupoloso rigore storico, il dramma dell’emigrazione italiana nel corso degli anni che vanno dalla fine dell’ ‘800 a metà del ‘900. In particolar modo Teresa Brancatelli ha voluto incentrare il suo lavoro sul rapporto epistolare degli emigranti con la madrepatria, analizzando lo scambio di foto che venivano fatte tra chi partiva alla ricerca di una nuova vita, e quanti  restavano in attesa di notizie dei propri familiari.  In particolare una parte della “vetrina espositiva” la Brancatelli la dedica ai dati storici, con grafici, analisi territoriale, immagini storiche dei giornali; nell’altra  analizza la vita di due persone Antonio Galati, emigrato negli Stati Uniti; Giuseppe Valenti in Argentina, giovani  di Longi che hanno fatto da battistrada all’emigrazione longese negli anni Venti verso le Americhe, dei quali ne ha ricostruito – con scrupolosa cronologia – il loro arrivo, l’approccio con quella società più evoluta e industrializzata, i primi lavori, le innumerevoli difficoltà incontrate anche a causa della non conoscenza della lingua, infine la loro realizzazione e affermazione sociale. Il tutto intervallato da oggetti che ricordano la partenza o che rimandano al ricordo degli emigranti, quindi: valigie di cartone, passaporti, modellini di navi e sculture create per l’occasione. Una sezione è stata riservata anche alla videoproiezione di foto che non verranno stampate. Non solo foto quindi, bensì un percorso sensoriale: tattile per chi  vuole toccare con mano oggetti antichi; uditivo perché il tutto è accompagnato da canti degli emigranti, in particolare quelli della navigazione.

La mostra è rivolta a quanti hanno voglia di tuffarsi in un passato che gli appartiene: la storia dei propri antenati che hanno fatto dell’Italia un vanto in tutto il mondo. In definitiva, Maria Teresa Brancatelli, come per incanto, prende per mano i visitatori e li introduce negli ampi saloni dell’antico maniero alla scoperta di immagini, parole e testimonianze uniche, ricche di cultura e di storia, la nostra storia.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...