Militello Rosmarino, tra  la  “Giornata  Giubilare” e  “momenti”  culturali


14681879_1061858163912455_3607191401627710138_n

Con un interessante convegno organizzato dal Comitato feste “S. Giuseppe” e “Pasqua” con la guida spirituale del parroco  don Calogero Oriti,  si è posto  fine al lungo iter burocratico e artistico, che ha portato a conclusione l’importante restauro dell’affresco del “Compianto” raffigurato nella cappella del Crocifisso della Chiesa madre di Militello. Il dipinto (secondo alcuni di autore ignoto), mentre a parere dello storico militellese Enzo Sanfilippo che lo colloca nel ‘700, è opera del maestro messinese Giovanni Tuccari. L’affresco ritrae Maria madre di Gesù, Maria di Cleopa, Maria di Magdala, l’apostolo Giovanni che piangono la morte del Cristo. Per l’occasione sarà presentato il volume “L’affresco con i dolenti ai piedi del Crocifisso” curato  da Davide Rigaglia e Virginia Buda, con un testo di Gaetano Cicirello. Il libro vuole essere una ricerca storico-artistica ed etno-antropologica della cappella del Crocifisso della Chiesa madre, corredata da documenti inediti del XVII secolo.

 I lavori di presentazione hanno avuto inizio alle 10,00 nell’aula magna della chiesa “Madonna del Soccorso” con  i saluti del sindaco Calogero Lo Re e dell’arciprete padre Oriti. Erano presenti l’assessore regionale ai Beni culturali Carlo Vermiglio,  l’on. Nino Germanà, i sindaci di Alcara e  di Acquedolci Nicola Vaneria e Ciro Gallo, la responsabile per il Centro di progettazione e restauro Dott.ssa Enza Cilia, il comandante e il suo vice del locale Distaccamento forestale e una folta rappresentanza associazionistica militellese

Nel pomeriggio, dalle ore 16,45 – con grande fervore popolare – c’è stata l’apertura della “Giornata giubilare” con l’accoglienza in piazza Lodato di Sua Ecc. il Vescovo mons. Ignazio Zambito e di numerosi sacerdoti, che ha dato  l’avvio alla cerimonia legata al “Giubileo della Misericordia”; in Chiesa Madre, coadiuvato da don Oriti, ha presieduto la Messa al termine della quale, ha benedetto l’affresco del “compianto”.                                                       NINO VICARIO

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...