Tonnarella di Furnari. L’arrivo del nuovo simulacro della Madonna di Trapani


Simulacro della Madonna di Trapani

Domenica 7 agosto, nel tripudio generale di un foltissimo stuolo di fedeli, ha fatto il suo trionfale ingresso  a Tonnarella, ridente frazione marinara del comune di Furnari, il nuovo simulacro ligneo della Madonna di Trapani realizzato – giusto in occasione dell’Anno Santo Giubilare straordinario della Misericordia –  dai maestri scultori Ferdinand Stuflesser di Ortisei. La statua ripresenta fedelmente le caratteristiche proprie dell’opera originaria del XIV secolo custodito gelosamente nella piccola chiesa a Lei dedicata nella frazione di Tonnarella.

Per la storia la devozione alla Madonna di Trapani a Tonnarella nasce con la stessa fondazione del primo centro abitato, quando la nobile famiglia  dei Cubbi di origine trapanese, decise di acquistare l’antica Tonnara, fondata nel 1479 dalla famiglia Furnari. Qui, i  Cubbi, fecero edificare una cappella nella quale posero una piccola statua marmorea della Madonna recante ai suoi piedi il bassorilievo dello stemma gentilizio della famiglia. Oggi il piccolo simulacro della Madonna di Trapani si trova nella chiesa parrocchiale a Lei dedicata che è stata costruita al posto dell’originaria cappella.

La leggenda legata alla Madonna di Trapani  narra di un voto fatto da alcuni  pescatori provenienti da Trapani i quali, sorpresi da una tempesta, promisero alla Madonna di costruire una cappella in suo onore se li avesse salvati. Dopo molte avversità, i naufraghi riuscirono ad approdare sulla spiaggia di Tonnarella e, per onorare il voto, edificarono una chiesetta nella quale posero la Madonna che portavano a bordo. Da allora gli abitanti della frazione marinara in ricordo del miracolo ricevuto, hanno elevato a loro Protettrice la Madonna di Trapani e per festeggiarne il fausto avvenimento, la Comunità celebra una solenne  festa – che, come tradizione vuole, si svolge la seconda domenica di agosto – e che, oltre alla processione lungo le vie del centro abitato, i pescatori accompagnano la Madonna con le loro imbarcazioni pavesate a festa, lungo la costa della baia del Tindari formando un vero e proprio corteo processionale marinaro. NINO VICARIO

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...