Galati Mamertino, i primi cento


Galati Mamertino festeggia il “suo” centenario tra i “centenari”: è il signor ANTONINO ANASTASI

COMPL PA 109

…e venne il gran giorno. Galati Mamertino si è ritrovata al quartiere Pianoporta a fare ala al passaggio di Nino Anastasi, 100 anni e… tanti altri ancora: questo l’augurio che – interpretando il pensiero dei suoi concittadini – mi sento di formulargli. Accompagnato dalle figlie Maria, Nunziatina ed Isabella… il “Gran Nonno”  esce di casa e, una volta sulla strada il quartiere Pianoporta viene inondato da un fragoroso applauso e dal suono festoso della locale banda musicale. Ad accoglierlo, oltre il sindaco,  autorità istituzionali e militari, tantissimi cittadini, amici e parenti, alcuni di questi provenienti da altre città. Apriva il corteo la storica bandiera di rappresentanza della locale sezione Combattenti e Reduci di piazza San Giacomo di cui il “Gran Nonno” Nino Anastasi, per diversi lustri è stato il Presidente, oggi, Presidente Emerito. Qui, nell’ampio salone pavesato dal tricolore, ad accoglierlo è il presidente del sodalizio Nino Artale che, nel formulargli gli auguri di circostanza, non trascura di rammentare al simpatico vegliardo, alcuni “passaggi” dei loro incontri quasi diuturni. E lui, il signor Antonino Anastasi, dopo gli auguri istituzionali del sindaco Bruno Natale, del presidente del Consiglio Gaetano Emanuele e dei tanti amici, si alza e fiero com’è – prima del taglio dell’enorme torta di compleanno – volle ringraziare tutti per la loro vicinanza e simpatia in un giorno così importante della sua vita.

 Il signor Antonino Anastasi che nel suo ceppo  familiare vanta altri due centenari: la sorella Marianna scomparsa qualche anno addietro e la zia Alfonsina Cappadonna, è nato il 18 aprile 1916. Congedato dopo il servizio militare di leva nel 1936/38, due anni dopo viene richiamato alle armi e nel 1940 s’imbarca per l’Albania destinazione Durazzo dove, assegnato al 3. Reggimento fanteria, fino al 1941 partecipa a tutte le manovre belliche nella campagna di guerra sul fronte greco-albanese; in questo “teatro” per due anni viene tenuto prigioniero dai tedeschi  e per altri due in Albania e Grecia. Tornato alla vita civile, con pochi  mezzi,  scarse energie e tanta dignità si dedica totalmente alla sua famiglia. Nel suo “quotidiano” il  “Gran Nonno” Anastasi si è distinto per  atti di generosità solidali come la partecipazione all’edificazione del campanile della chiesa “Madonna di Pompei” situata sull’ameno promontorio di Trofillo località  poco fuori il centro abitato di Galati Mamertino. Visto l’impegno profuso alla causa dal cittadino Antonino Anastasi, la famiglia Valenti (proprietaria dell’edificio religioso) gli ha assegnato un attestato di merito. Ed ancora, il signor Antonino Anastasi si è prodigato con zelo ed entusiasmo, prima per la riapertura della locale sezione Reduci e Combattenti che era incappata nelle drastiche requisizioni fasciste, poi a tenerla attiva e fruibile ai tanti soci. Per tale sua azione civile, scrupolosità e correttezza con cui ha atteso all’incarico di presidente del sodalizio, la sezione “Reduci e Combattenti” di Messina gli ha assegnato il prestigioso “Attestato di Fedeltà”. Oggi, il signor Anastasi conserva il titolo di “Emerito”.

SAMSUNG DIGITAL CAMERA
SAMSUNG DIGITAL CAMERA

NINO VICARIO

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...