SANT’AGATA MILITELLO – Albanova: famiglie senza acqua da diverse settimane e inerzia della Pubblica Amministrazione


acqua

Sono già 25 giorni con oggi che tante famiglie residenti in via Circonvallazione Monaci (residence ALBANOVA) e dintorni non ricevono completamente acqua.

È una situazione di emergenza che crea notevoli disagi, in particolare alle abitazioni dei piani più alti. Questo disservizio, che si è più volte ripresentato negli anni, anche se non in modo sistematico, è dovuto soprattutto alla presenza di calcare nei tubi che causa quindi una bassa pressione dell’acqua.

La situazione, per i residenti, non è più tollerabile. L’ACQUA È UN BENE PRIMARIO E COME TALE DEVE ESSERE GARANTITO A TUTTI.

Sembra quasi essere arrivati al punto che chi dispone di un proprio serbatoio è il nuovo ricco, mentre chi non ce l’ha, perché non può installarlo, può essere considerato quasi un barbone. Ma la legge non prevede questa differenza per cui soprattutto il Comune ha l’obbligo di non farne tra i suoi cittadini. Visto che siamo in tema, è facile “lavarsi le mani” quando non si è minimamente toccati dal problema.

Immaginate a stare 25 giorni completamente senza acqua, ad elemosinare docce da parenti, ritardare o rimandare appuntamenti perché non si arriva in tempo a prepararsi. Per non parlare dei piatti e dei vestiti sporchi da lavare. Ormai sentire e vedere il flusso d’acqua che scorre abbondante è un miraggio e quelle rare volte che succede, sembra un miracolo di Lourdes. A tutto questo, adesso che comincia l’autunno, si aggiunge il fatto che i residenti saranno costretti a riscaldare quel poco di acqua gelida che esce dai rubinetti e consumando così ancora più gas, come se non bastassero i costi già elevati delle bollette.

Le tantissime bottiglie di plastica che riempiono ogni giorno ormai fanno parte del loro arredamento (vedi foto). “Stile moderno”, no?

Uno dei residenti ha così commentato il disagio: “Tra l’altro bisogna considerare che il tutto è accaduto in una stagione durante la quale, e credo sia normale, si passa quasi più tempo sotto la doccia che fuori, a causa del caldo-afa. Ma anche per la stagione che sta arrivando i problemi non finiscono. Chissà quante influenze dovremmo prenderci con tutti quegli sbalzi di temperatura. E’ vero, ci si “arrangia” e si trova sempre in qualche modo una soluzione alternativa. Ma non posso credere che nel 2015 ci si debba lavare ancora con le bottiglie e farsi aiutare dalla propria sorella/fratello o chi è che sia anche per un semplice shampoo, perché da soli si ha difficoltà. E’ assurdo vivere così e di sicuro non si sbaglia quando si pretende qualcosa che già spetta di diritto. E’ assurdo anche reclamare più volte e non sentirsi ascoltati dall’Amministrazione comunale e dai responsabili del servizio. Aspettare persino un giorno in più diventa un’attesa estenuante e si rischia di avere un esaurimento nervoso, perché così, credetemi, significa essere privati della libertà: la libertà di organizzarsi la giornata come si vuole, di invitare qualcuno a pranzo o cena, di curarsi della propria igiene personale, di stare tranquilli e non con l’ansia che “se non arriva l’acqua non posso uscire””.

Pertanto, si chiede, anche a nome dei residenti coinvolti da questo disagio, un ulteriore sollecito e sensibilizzazione dello stesso ente comunale e delle persone preposte a detto servizio, a prendere urgentemente provvedimenti per far sì che la situazione possa tornare alla normalità, evitando inutili rimbalzi di responsabilità e inerzie burocratiche legate all’immobilismo della pubblica amministrazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...