MILITELLO ROSMARINO – Presentata l’edizione 2014-2015 del Presepe Vivente


10690267_638288162949324_3391239886358985048_n

 Si è tenuta nella sala consiliare del Comune di Militello Rosmarino la conferenza stampa di presentazione del Presepe Vivente 2014/15. Dopo il successo dell’edizione scorsa il Sindaco, l’Avv. Calogero Lo Re, si è detto orgoglioso dell’impegno gratuito dei giovani, che ha tenuto a ringraziare pubblicamente. Ha inoltre sottolineato come questa manifestazione possa rappresentare un trampolino di lancio per tutto il paese. Del resto, l’obiettivo della comunità che l’amministrazione deve sostenere è quello di dare una valenza economica a questa manifestazione, sulla quale si vuole puntare affinché si affermi come caratteristica stessa di Militello Rosmarino.

Padre Calogero Oriti ha definito il Presepe Vivente come un modo di concretizzare quella che è una rappresentazione solitamente astratta del momento della natività, ed ha sottolineato l’importanza dell’aggregazione, dell’umiltà e della perseveranza, con l’augurio che possa rappresentare l’occasione per ricreare un ambiente sano, familiare e un momento di incontro per la collettività. Con l’auspicio che possa essere non un punto di arrivo ma di partenza, grazie anche alla rappresentazione di tanti mestieri troppo spesso dimenticati che rivivono durante la manifestazione.

L’intervento di Giuseppe Cardillo, uno dei curatori del presepe, è stato volto alla chiarificazione di quelle che sono le motivazioni che hanno spinto i giovani militellesi ad impegnarsi fermamente per la buona riuscita dell’evento. Alla base di tutto c’è l’amore per Militello, il quale porta a cogliere le opportunità che una manifestazione come questa può offrire, che possono essere sociali, culturali, economiche, commerciali e anche identitarie. Dal punto di vista sociale il presepe vuole rappresentare un modo di socializzare costruttivo, coinvolgendo il maggior numero di giovani possibile, trasformandosi così in una forma di collagene sociale. Rappresenta un’opportunità culturale perché, di contro al consumismo degli ultimi anni, si propone di riscoprire e mettere fra le priorità quella che è la semplice gioia del vivere, impegnandosi per tramandare le usanze popolari e l’antica saggezza. Lo scopo è, ovviamente, anche quello di creare una vetrina per mettere in mostra il paese e farlo diventare un’attrazione turistica per più gente possibile, facendo in modo che possa crescere così anche l’economia. Ma rappresenta un’opportunità commerciale, oltre a quella economica, perché può dare ai commercianti una piccola bloccata d’ossigeno nell’immediato. E, infine, rafforza l’identità culturale grazie all’orgoglio per il successo che ha ottenuto la manifestazione dello scorso anno, che fa sì che anche fuori paese se ne parli e che incita a fare sempre meglio.

Per quanto riguarda il percorso, Salvatore Blogna ha spiegato che è stato ampliato: si parte sempre dalla Chiesa Madre ma, quest’anno, c’è l’inserimento di un’altra strada, la via Garibaldi, in cui si trovano altri magazzini. Ci saranno più mestieri, soprattutto quelli proprio tipici del luogo come “u ‘nchiappafichi”, “u spiritaru”, e in più il fotografo e la farmacia con strumentazioni tipiche degli anni ’30 del ‘900. La natività si svolgerà sempre all’interno dell’arco del Castello. I mestieri rappresentati saranno in tutto 48 con la partecipazione di oltre 150 figuranti. Inoltre quest’anno è stato inserito nel calendario della manifestazione un giorno in più con orario pomeridiano, per agevolare anche le esigenze di chi verrà da lontano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...