GALATI MAMERTINO – La cerimonia di consegna dei premi antimafia ai vincitori della II edizione del “Salvatore Carnevale”


fotogalatimamertino230914

In un’aula consiliare gremita di cittadini e simpatizzanti del PSS (Partito socialista siciliano) e alla presenza dell’ex ministro socialista Salvo Andò, di personalità del mondo politico, culturale e sindacale, Antonio Matasso presidente della Fondazione socialista antimafia “C. Battaglia” – oltre ad illustrare con puntuali precisazioni i <<profili>> dei destinatari del riconoscimento antimafia intestato a Salvatore Carnevale il giovane sindacalista galatese assassinato a Sciara (Pa) il 16 maggio 1955 per mano della mafia (Galati Mamertino oggi lo ricorda avendogli intitolato, per interessamento della dirigenza la locale sezione PSdS “Italo Carcione”, l’aula consiliare), ne ha moderato il dibattito.

Per il sindaco Bruno Natale, nel porgere ai convenuti il saluto personale e quello della cittadinanza, il <<Premio è un’occasione d’alto valore storico e morale per il mio paese e gli illustri ospiti convenuti in quest’aula consiliare per presenziare alla consegna di attestati antimafia che vogliono ricordare e perpetuare il ricordo di un martire qual è stato Salvatore Carnevale, ne è la prova tangibile>>. Gli fa eco il presidente del Consiglio Gaetano Emanuele affermano che <<grazie al lavoro d’informazione compiuto in questi anni, è “uscita” dall’oblio la figura dell’eroico sindacalista meritandosi un posto d’onore nell’albo d’oro dei figli illustri di questa terra>>. Per Gaetano Zingales (scrittore), ex sindaco di Longi ed attuale componente il coordinamento regionale del Pss che ha consegnato il premio a Placido Rizzotto <<è stata una viva emozione consegnare il premio della Fondazione socialista antimafia a colui che ha ereditato non solo il nome ma anche i valori umani e socialisti del suo antenato>>.

Ha concluso i lavori l’ex ministro socialista Salvo Andò, attuale presidente nazionale di LabDem – associazione ispirata dall’europarlamentare socialista e capogruppo del Pse Gianni Pittella -. L’esponente politico che ha disquisito sia pure succintamente sull’attuale momento politico italiano, riferendosi al Premio antimafia <<Turiddu Carnevali>> di cui Galati ne celebrava la seconda edizione, si è complimentato con gli organizzatori che nella scelta dei premiandi <<hanno tenuto conto del valore dei candidati e dei loro curricula>>.

I riconoscimenti sono andati a: Placido Rizzotto, dirigente Cgil e nipote omonimo del sindacalista ucciso dalla mafia a Corleone il 10 marzo del 1948; Nino Messina (Dc) e Carmelo Giuseppe Antillo (Psdi) ex sindaci di Capo d’Orlando che ebbero un ruolo determinante nel sostenere la rivolta dei commercianti orlandini contro il racket; Gaspare Agnello scrittore, storico militante socialista. Una targa è stata inviata anche a Nicola Badalucco, candidato al premio Oscar per il film <<La caduta degli dei>>, già giornalista dell’<<Avanti!>>, bloccato a Roma per precedenti impegni. I <<premiati>>, non solo hanno espresso parole di compiacimento per il “riconoscimento” ricevuto, ma nel riceverlo – tra la massima attenzione dei presenti – hanno commentato con felici riflessioni la loro azione etica e sociale contro il fenomeno mafioso.

NINO VICARIO

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...