MILITELLO ROSMARINO – Domenica alle 17,15 «Entrata» della Festa del Patrono San Biagio


10592891_10202310283070803_3416656461482587702_n

E’ clima di festa a Militello Rosmarino per la ricorrenza agostana del patrono San Biagio. Infatti, domenica  alle 17,15 prendono l’abbrivio i solenni  «riti dell’Entrata» che prevedono, tra l’altro, il tradizionale «lancio ri cucciddati» in piazza Lodato (classiche rosette di pane spesso farcite di miele e fichi secchi: era usanza che i ricchi dell’epoca in occasione della festa del Patrono «lanciavano» dalle loroprocessione s. biagio abitazioni al popolo in festa: che, data la fame, una volta mangiatele si sentivano meglio. Il risultato veniva interpretato come «miracolo» di S. Biagio). A questo proposito ricordiamo, che anche la comunità armena che vive a Roma in via Giulia, perpetua  per la ricorrenza biagina di febbraio il gesto del «lancio della pagnottella»). Alle 20,00 la processione «’o ruvestru» delle reliquie del Taumaturgo di Sebaste e della “Rama” (alberello di alloro che sorregge un basso rilievo argenteo che ritrae il Santo nell’atto di salvare un bambino da sicura morte per aver ingoiato una lisca di pesce).

Lunedì 25, alle 11,30,  Messa solenne in Chiesa Madre concelebrata dal parroco don Calogero Oriti con panegirico del novello sacerdote santagatese padre Salvatore Chiacchiera, anima la liturgia il coro parrocchiale. Alle 12,30, nel tripudio generale e allietata dalle musiche della banda «Rossini» di Frazzanò,  l’attesa apoteosi della festività che in apertura si caratterizza con la tradizionale «corsa del fercolo del Santo»  portato a spalla dai «sanbrasisi» (così vengono indicati i portatori)  lungo la salita di via C. Battisti per concludersi in piazza Lodato e, dopo la presentazione dei bambini al Santo taumaturgo, il corteo  con in testa autorità civili, militari e religiose – non prima di aver assistito ai caratteristici giochi pirotecnici – riprende il suo cammino di fede lungo le vie del centro montano. A sera, i  fuochi d’artificio e l’immancabile spettacolo musicale, concluderanno la tanto attesa ricorrenza. Martedì 26, alle 18,30, Messa di ringraziamento in Chiesa madre e «bacio»  delle reliquie di S. Biagio.

              (da Gazzetta del Sud – NINO VICARIO)

Ecco lo spot della Festa di San Biagio 2014 a cura di Francesco De Marte

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...