GALATI MAMERTINO – Protesta delle locali istituzioni e cittadini avversa la paventata chiusura dello sportello bancario del Gruppo Intesa Sanpaolo


municipio galati

         L’Amministrazione e tutto il Consiglio comunali di Galati Mamertino si fanno portatori – ci informa un comunicato stampa alla nostra redazione – della vibrata protesta dei numerosi cittadini ed operatori economici del centro nebroideo per la paventata chiusura del locale sportello bancario del Gruppo Intesa Sanpaolo. Nel corso di una partecipata riunione del  Consiglio comunale, convocato per discutere un ordine del giorno sull’argomento, svoltasi il 21 maggio u.s., ed in un successivo incontro tra gli amministratori e i rappresentanti di maggioranza ed opposizione, sono scaturite alcune iniziative mirate a bloccare il progetto di  soppressione dell’importante servizio già pianificato dalla direzione dell’istituto bancario nell’ambito della politica di “ottimizzazione del presidio territoriale retail”.

La decisione unilaterale ed improvvisa del Gruppo Intesa Sanpaolo di eliminare la propria storica presenza nel comune di Galati Mamertino, infatti, non tiene conto delle esigenze della clientela che per tanti anni le è rimasta affezionata e sembra dettata non da una effettiva esigenza di eliminare gli sprechi e di razionalizzare i costi, che relativamente al ramo d’azienda che si chiude sono molto contenuti, bensì da una spregiudicata logica mercantile e di posizionamento geografico volta a penalizzare un territorio montano. Inoltre, in un periodo come questo di crisi, in cui già le famiglie e le imprese si sentono progressivamente depauperate di una serie di servizi e presidi istituzionali, l’ulteriore venir meno dello sportello bancario di un gruppo importante, punto di riferimento anche per i paesi vicini e per tutta la comunità motivo di prestigio e di orgoglio, avrà sicuramente un notevole impatto negativo sul contesto economico sociale ed ambientale. Alla luce delle superiori considerazioni, è stato stabilito di rivolgere un appello ai vertici della banca affinché blocchi la decisione unilaterale di chiusura dello sportello con l’invito ad aprire un confronto con l’Amministrazione locale che si dichiara disponibile a fare tutto quello che rientra nel suo ruolo e nelle sue possibilità per scongiurare tale evenienza.

Un folto numero degli attuali clienti manifesterà, formalmente tramite l’invio di una mail, la propria ferma intenzione di trasferire i propri conti presso altre banche, in caso di soppressione dello sportello. A sostegno della protesta – continua il comunicato – un folto numero degli attuali clienti  della “Sanpaolo” manifesterà formalmente, tramite l’invio di una mail, la propria ferma intenzione di trasferire i propri conti presso altre banche, qualora la direzione della Intesa non receda dall’idea di sopprimere il servizio. E mentre è stata promossa una raccolta firme, una sollecitazione formale  è stata inviata ai  rappresentanti politici del comprensorio a tutti i livelli di fare propria  la causa a difesa della permanenza dello sportello bancario ed intraprendere ogni iniziativa  utile in tal senso. Intanto per giorno 26 maggio,  alle ore 12,00, è stata programmata una vibrata azione di protesta con un presidio pacifico nello spazio antistante lo sportello Intesa Sanpaoloubicato nella centralissima piazza San Giacomo di Galati Mamertino.

Nino Vicario

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...