San Fratello e Sicilia‏ – Tradizione dei Coltelli


sgrossatura-lama1

A San Fratello, tra le tante figure artigianali, di grande rilevanza è stata sempre quella del fabbro, indispensabile nell’economia agricola e pastorale del paese. Il fabbro era colui che realizzava tutti gli attrezzi utilizzati nell’agricoltura e nell’allevamento e quindi anche i coltelli artigianali che rappresentavano il “fiore all’occhiello” della vasta produzione artigianale Coltello-Siciliadel paese.  È proprio grazie alla sua tipicità e qualità che il “Sanfratellano” divenne “Il coltello prediletto dei pastori Siciliani” (come viene definito nella pubblicazione del fascicolo n°25 di “Collezionare Coltelli Classici da Lavoro” della Hobby&Work).

Un buon coltellinaio doveva prima di tutto essere un abile fabbro ma nello stesso tempo saper trattare il corno e i materiali usati per i manici. La fabbricazione artigianale di un coltello prevedeva tutta una serie di operazioni tramandate nella tradizione quali la forgiatura, l’assemblaggio e la modellazione del coltello, la tempra, la lavorazione del corno, l’affilatura e la lucidatura.

Purtroppo, come un po’ tutte le attività artigianali del passato, anche quella del fabbro di San Fratello ha dovuto fare i conti con l’industrializzazione e quindi ha subito un grande ridi2011-08-58-04-1201mensionamento. Solo in pochi, nonostante tutto, hanno cercato di tramandare l’antica tradizione e quindi hanno permesso di non farla finire nel dimenticatoio come purtroppo è successo in molti altri centri in Sicilia ed in Italia. Sicuramente è merito dei pochi fabbri che hanno tramandato con passione la vecchia tradizione, di generazione in generazione, se il coltello “Sanfratellano” è arrivato al giorno d’oggi ad essere considerato nel mondo della coltelleria tradizionale come una delle più importanti testimonianze artigianali del passato.

Uno tra i pochi ragazzi in Sicilia ad aver avuto il coraggio di continuare questa antica tradizione è Antonio Versaci, originario di San Fratello.  

Antonino Versaci nasce il 20/01/1986 a Messina ma è residente a San Fatello (Me), paesino in cui sono radicate le sue origini. A 17 anni, ha potuto realizzare il suo sogno imparando a costruire i coltelli secondo l’antica tradizione; ha iniziato quindi ad apprendere ed a studiare tutti gli antichi “trucchi del mestiere” tramandati di generazione in generazione. Stimolato da alcuni esperti della coltelleria artigianale, Antonino ha allargato il suo 2011-12-26-07-7511“campo d’azione” iniziando lo studio della tradizione dei coltelli in Sicilia e quindi ha potuto porre a confronto diverse tipologie di coltelli Siciliani, studiarne i nomi (in siciliano), le zone di origine, i “trucchi del mestiere”, ma anche detti, credenze fino a ritrovare e quindi conoscere qualche vecchio fabbro (gli ultimissimi rimasti nella nostra isola) dai quali attingere il maggior numero possibile di informazioni, riportando alla luce antiche realtà che rischiavano di finire nel dimenticatoio, con l’obiettivo principale di riscoprirle e valorizzarle nel migliore dei modi.

Per tramandare l’antica tradizione dei coltelli di San Fratello e di tutta la tradizione Siciliana, e quindi per cercare di valorizzare la “sua” Sicilia,  partecipa a mostre e manifestazioni a carattere regionale e nazionale. Per lo stesso motivo Antonino ha deciso di realizzare un sito internet sull’antica tradizione dei coltelli a San Fratello ed in Sicilia (www.coltelliversaci.com).

Antonino è un ragazzo molto legato alle antiche tradizioni artigianali Siciliane, non solo dei coltelli ma di tutto il nostro patrimonio culturale e proprio per questo motivo, da poco tempo, stimolato da alcuni esperti musicisti siciliani (preoccupati dalla mancanza del ricambio generazionale) si è proposto con entusiasmo avvicinandosi alla realizzazione artigianale del marranzano (scacciapensieri) e quindi seguendo i preziosi insegnamenti del grandissimo maestro Giuseppe Alaimo di Resuttano (Cl), ultimo vecchio fabbro specializzato nella realizzazione artigianale del caratteristico strumento musicale siciliano, nella speranza di poter contribuire a tramandare anche questa antichissima tradizione siciliana.

DSC00583

Alcuni coltelli “Sanfratellani”

Sanfratellani

Sanfratellano lama mozza

 Antonino Versaci
Via Cirino Scaglione 82
98075 – San Fratello (Me)
cell: 3333564927
sito web: www.coltelliversaci.com

Annunci

2 pensieri su “San Fratello e Sicilia‏ – Tradizione dei Coltelli”

  1. Spett. Coltelli Versaci, , vorrei comprare uno dei vostri coltelli, sapere se vendete on line e il costo, ho chiamato al suo cell e lasciato un sms vocale.Grazie e saluti Guido Guidi Roma-

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...