Andrea Sturniolo presenta la sua candidatura a consigliere comunale nel comune di Sant’Agata Militello


Qui sotto è riportato il testo della presentazione. Chi non volesse leggerlo può benissimo ascoltare i due video (prima e seconda parte).

Buongiorno a tutti, mi presento sono Andrea Sturniolo, ho 22 anni, ho conseguito la maturità scientifica e attualmente frequento la facoltà di Giurisprudenza a Messina. Molti, credo, si chiederanno la motivazione di questo mio intervento virtuale. Su incitazione di alcuni miei grandi amici, nonché sostenitori, ho deciso di ufficializzare e rendere pubblica la mia candidatura in vista delle prossime amministrative del 6 e del 7 giugno. L’idea di candidarmi a consigliere comunale nel comune di Sant’Agata Militello è maturata più di un anno è mezzo fa, quando ebbi modo ed occasione di avvicinarmi al mondo della politica santagatese. Partecipando a diversi consigli comunali, mi sono reso conto di quanto sia importante il dscn2885ruolo del politico nella società e per questo ho deciso di mettermi in gioco, affrontando con timore razionale, gli oltre 200 candidati. Ci saranno dottori, avvocati, professori, liberi professionisti, imprenditori, operai…..e i giovani? Molti non vanno nemmeno a votare perché non si rivedono nei propri governanti. Tanti sono infatti i ragazzi sfiduciati dalla politica: mafia, corruzione, raccomandazioni, clientelismo, voti di scambio, grossi compensi, interessi personali e strane logiche di partito. Non possiamo dargli torto, anzi vi assicuro che la penso allo stesso identico modo!!! La critica, quindi, è sempre necessaria, ma solo se è costruttiva e propositiva. Tuttavia però noi stessi dovremmo capire che non tutta la politica è un male, ma esiste anche la buona politica; la politica del voler fare e dell’agire dscn2878in silenzio per i propri cittadini con spirito di servizio. Noi ragazzi dovremmo prendere coscienza del mondo che ci circonda e dovremmo cercare in tutti i modi di riprendere le redini del nostro futuro. Non possiamo limitarci a criticare tutto e tutti. Non aspettiamo che siano gli altri a fare politica al posto nostro. Non chiediamo cosa fa la società per noi, ma chiediamoci cosa facciamo noi per la nostra società.
Molti miei amici, appena ho espresso il desiderio di impegnarmi attivamente in politica mi hanno chiesto il perché!! Le motivazione di questa importante decisione. A queste persone ho risposto che non ho assolutamente intenzione di guardare passivamente il mio futuro nelle mani di politici incapaci e privi di senso civico. Non voglio essere vittima di una politica clientelare, pettegola, disfattista, populista. Sento il bisogno di donare incondizionatamente le mie capacità, il mio tempo, le mie idee, le mie passioni a tutti voi e soprattutto ai ragazzi sfiduciati dalla politica come me. Non possiamo rimanere indifferenti davanti agli stupidi teatrini politici.
dscn2882Entrando in contatto con il mondo della politica, mi sono reso subito conto di quante cose vanno cambiate e migliorate. Bisogna innanzitutto cambiare la mentalità politica: non è accettabile ne tantomeno condivisibile la prassi dei politici di girare casa per casa, chiedendo qualche consenso. Io personalmente non ho assolutamente intenzione di chiedere il voto alla gente con queste modalità da prima repubblica. Credo sia più giusto e più rispettoso nei confronti dei cittadini presentarsi ed avere il coraggio di mettersi in gioco. Io sono un ragazzo di 22 anni, tuttavia non ho paura di affrontare con cuore sereno questi “mostri della politica”, che hanno alle spalle famiglie numerosissime e conoscenze potenti. Io dalla mia parte, non ho una famiglia numerosa, ma ho qualcosa che forse molti di loro non hanno: onestà, bontà, voglia di fare, capacità, passione e amore per il mio Paese. Un buon politico dovrebbe essere scelto non tenendo conto delle conoscenze che ha, ma per i suoi valori. Sono sicuro che la gente alla fine sceglierà i propri rappresentanti con intelligenza e con coscienza. Non ho grandi aspirazioni o interessi personali se non quello di offrirmi a voi: molti vi diranno che hanno la vittoria in pugno e che aspirano alla carica di assessore, io a differenza loro, vi dico che ho solo il profondo desiderio di rappresentarvi in consiglio comunale con la massima umiltà e disponibilità. Vi chiedo anche di non credere a chi vi dirà che il voto dato a me è un voto perso ed inutile. Vi prometteranno il cielo e le stelle pur di ottenere qualche consenso. Resistete e votate per chi ama davvero il proprio Paese e lo dimostra quotidianamente lavorando in silenzio.
Non possiamo non accorgerci di come sia migliorato e cambiato il volto di Sant’Agata in questi anni. Nuovi cantieri, opere pubbliche inaugurate, milioni di finanziamenti in arrivo, tuttavia il merito va riconosciuto solo addscn28861 alcuni e non a tutti. Buona parte dei politici santagatesi, infatti, desiderano solo arrivare a ricoprire una carica demonizzando e sminuendo gli altri. Una volta raggiunto il loro obiettivo, entrano in letargo per cinque anni, per poi risvegliarsi alle porte delle elezioni. Molti non hanno nemmeno una propria identità politica e questo è dimostrato dal fatto che trascorrono gran parte del loro mandato cercando di trovare una buona collocazione nelle liste per le elezioni successive. Mi piacerebbe che la gente e soprattutto i ragazzi partecipassero alle sedute del consiglio comunale per rendersi conto del totale disinteresse e della scarsa partecipazione di alcuni consiglieri. Di alcuni non conosco nemmeno la voce, visto che le volte in cui sono stato presente, non sono mai intervenuti. La politica si dovrebbe fare in comune e no attraverso comunicati stampa, interviste alla tv o inutili pettegolezzi davanti ai bar o per le vie del Paese. Mi è capitato anche di vedere, rimanendo tremendamente disgustato e nauseato, un politico del nostro paese dividere i famosi “volantini elettorali” in chiesa durante l’omelia di un funerale, mancando così di rispetto ai familiari, ai presenti, al predicatore, al defunto e soprattutto al Santissimo. Certa gente dovrebbe vergognarsi e non uscire più di casa. So bene che adesso me ne diranno di tutti i colori per queste mie riflessioni ma credo che sia importantissimo dscn2884informare la gente ed i ragazzi, in modo da cercare di salvare la società in cui viviamo dal declino e dal disfattismo. So che sarà difficile, o addirittura impossibile cercare di cambiare queste cose, ma l’importante però è parlarne e cercare di fare qualcosa. Mi piacerebbe scambiare ed approfondire queste mie riflessioni, basate tutte su un attenta ed acuta osservazione della realtà, con tutte quelle persone che la pensano esattamente come me. Rivolgo un appello quindi a tutti quei ragazzi volenterosi del mio Paese, che come, non si rivedono nell’attuale classe politica e desiderano darsi da fare per costruire una società nuova e migliore in cui vivere.
L’importante novità di queste amministrative sarà il numero degli assessori: saranno quattro e non più sette. L’invito che rivolgo a tutta la classe politica ed in particolare al futuro sindaco di Sant’Agata è di scegliere gli uomini della sua giunta non sulla base del numero dei voti presi ma tenendo conto delle potenzialità che quel soggetto ha. Vi assicuro che in questi mesi di campagna elettorale silenziosa, ho avuto modo di respirare a pieni polmoni, quella che è la politica, rimanendo fortemente intossicato. Durante un incontro, un uomo politico santagatese, si permise di dirmi queste parole: “Se mi capiterà, non mi farò scrupoli a toglierti qualche voto”. Altri si sono permessi, offendendomi, di mettere in dubbio la mia decisione di sostenere dscn2887l’amministrazione comunale uscente. Altri ancora si sono divertiti ad insultarmi senza un motivo ragionevole. Ho bisogno di farvi sapere che la scelta, tanto ragionata, di appoggiare il sindaco uscente Mancuso, è frutto della mia libera ed incondizionata volontà. Non sono stati loro a scegliere me, ma sono stato io a scegliere loro. Da qualche mese, infatti, mi sono inserito benissimo nel gruppo politico che fa capo all’attuale assessore Andrea Barone e al dottore Nino Miceli. Fin dal primo incontro ho subito capito che non si trattava di un gruppo come tanti altri; cioè un gruppo messo insieme solo per le elezioni, ma si trattava di un gruppo, che a differenza di altri, desidera mantenere un rapporto di collaborazione anche dopo le prossime amministrative di giugno.
Desidero adesso rivolgermi a tutti i candidati. L’invito che vi rivolgo è questo: non possiamo litigare, sparlare, insultare, demonizzare l’avversario, quando poi, nel nostro comune c’è gente che stenta ad arrivare a fine mese; nel nostro comune ci sono tanti disoccupati, anziani abbandonati, giovani sbandati che non vanno a votare proprio per colpa vostra. L’invito che vi rivolgo a tutti i candidati è il RISPETTO RECIPROCO ED INCONDIZIONATO. dscn2888Risolviamo innanzitutto i problemi della gente; una volta risolti possiamo dedicarci al tifo per la nostra squadra preferita (partito o schieramento). Non voglio più vedere gente del mio paese con le lacrime agli occhi, umiliarsi, per cercare qualche soldo per comprare da mangiare ai propri figli, costretta ad elemosinare il lavoro o qualche spicciolo alimentando così un soffocante clientelismo politico. La crisi della politica è data in
primo luogo dalla sua autoreferenzialità: la politica è
distante dalle aspettative delle persone. Una società che non è in grado di aiutare i propri simili va necessariamente cambiata. Preferiamo egoisticamente il nostro divertimento al benessere della gente. Ritengo che un comune, prima ancora di pensare agli svaghi, al divertimento, al gioco, dovrebbe pensare a chi soffre e ha di bisogno. Molti, e di questo ne sono sicuro, criticheranno le mie scelte, le mie idee, il mio modo di pensare; a queste persone però rivolgo un invito: se sentite il bisogno di criticarmi fatelo, ma fatelo in mia presenza e con il massimo rispetto. La politica ha bisogno non solo di un ricambio generazionale, ma ha bisogno di giovani capaci e volenterosi, ispirati ai buoni valori morali ed etici. Invito chiunque altro politico che voglia presentarsi sul blog Santagatando a farlo. Questo blog, nonostante sia anche da me gestito, continuerà ad essere un valido mezzo di informazione libero e aperto ad ogni tipo di riflessione. Noi ragazzi riteniamo sia giusto creare un confronto politico vivo, un dibattito aperto a tutte le forze politiche santagatesi.
Credo sia giusto farsi conoscere dalla gente, non per quello che si dice, ma per quello che si è fatto e si desidera fare. Desidero con la mia candidatura offrire un piccolo spiraglio di fiducia a tutte quelle centinaia di persone sfiduciate dalla politica e che non hanno più voglia di andare a votare. La politica è fatta anche da gente onesta, buona, passionale, come me. Abbiate fiducia nei miei propositi. Cercate di cogliere le mie buone intenzioni e fate in modo di renderle possibili. Abbiate il coraggio e la voglia di cambiare. Il dscn2879mio modo di agire e di fare si ispirerà sempre ai valori cristiani, che costituiscono il nucleo inscindibile della mia personalità. Purtroppo alcuni politici indegnamente fanno propri questi principi. Non possiamo però fare propri i principi del cristianesimo solo per fini elettorali per poi dimenticarci di essere cristiani il giorno dopo le elezioni. Non basta dirsi cristiani, se poi non si vive quotidianamente da buon cristiani. Meglio essere un ateo convinto piuttosto che un falso cattolico. So benissimo che dirsi cristiano oggi è sinonimo, soprattutto tra i giovani, di bigottismo, arretratezza di pensiero, cattiveria…, tuttavia, i valori del cristianesimo costituiscono il pilastro su cui si fonda il mio pensiero e il mio stile di vita che non nasconderò, cambierò, venderò o baratterò mai per nessuna cosa al mondo. Sono fiero di essere cattolico e non ho vergogna di dirlo apertamente. Guai, quindi, a chi si permetterà o continuerà a mettere in dubbio la mia fede, i miei valori e le mie parole. Continuerò a lavorare nella mia Parrocchia di adozione e se voi vorrete, dscn2854-copiaimpegnerò le mie forze e le mie capacità anche per il mio Paese. Ho fiducia in voi e so che alla fine votereste con il cuore la persona che più riterrete degna. La società non ha bisogno di eroi o difensori della patria. Io non sono nell’uno e nell’altro. La società ha bisogno di politici nuovi che lavorano, tenendo sempre presente quello che è il bene comune. Non svendete il vostro voto ma usatelo come arma per distruggere e rinnovare la “politica dei favoritismi e degli interessi personali”. Non so come andrà a finire questa campagna elettorale, ma nella vita personalmente preferisco fallire che non agire. Preferisco sbagliare che perdere una occasione. Non fatemi mancare il vostro sostegno…la mia parte l’ho fatta, adesso tocca a voi. Non lasciatemi da solo…..!!!

ANDREA STURNIOLO

Desidero ringraziare tutte quelle persone che mi hanno spinto e incoraggiato a fare questo video di presentazione della mia candidatura (fatto in casa): Francesco Lazzara, Francesco De Luca, Chiara Lazzara, Biagio Miceli, Calogero Miceli, Riccardo e Calogeo Galati. Invito i politici santagatesi a continuare a mandare i loro comunicati stampa come hanno fatto fino ad ora. Questo blog è, e rimarrà sempre libero ed aperto a tutti, anche alle critiche. Verranno pubblicati tutti i commenti, ma solo se firmati. La gente ha bisogno di conoscere queste cose. Chiunque si sentirà offeso dalle mie parole non deve prendersela con me ma con il suo modo di fare. Spero soltanto, che dopo questo mio intervento virtuale, potrò continuare ad uscire tranquillo da casa senza scorta armata!!!! Vi allego anche qualche foto del back-stage delle riprese fatte da Chiara Lazzara…..

Cliccate qui per leggere i progetti che desidereremo inserire nel programma elettorale del candidato  sindaco Bruno Mancuso in vista delle prossime amministrative:  https://santagatando.wordpress.com/2009/04/14/andrea-sturniolo-e-i-suoi-amici-offrono-le-proprie-idee-e-i-propri-progetti-al-candidato-sindaco-bruno-mancuso/

Annunci

47 pensieri su “Andrea Sturniolo presenta la sua candidatura a consigliere comunale nel comune di Sant’Agata Militello”

  1. i miei più vivi complimenti Andre, sei stato molto professionale…….a sindaco ti dovevi candidare… cmq il sostegno sai benissimo che c’è anche da parte mia…a proposito..quando comincerai a riempirmi di volantini elettorali da spargere qua e la???:)…un abbraccio e un mondo di auguri!!!..Peppino…

  2. Vorrei fare una piccola precisazione sul video. Vi assicuro che non sono ne arrogante, ne superbo. La forza con cui ho espresso le mie opinioni e le mie riflessioni è motivata dal fatto che IO credo in quello che dico e nelle cose che faccio metto sempre tutto me stesso….

  3. SONO FELICISSIMA PER LA SCELTA CHE HAI PRESO… NE TROVERAI DI COSE DA FARE E NE VEDRAI TANTISSIME DI COSE STORTE…. MA TU SEI FORTE…. TANTO TANTO TANTO CAPARBIO….IL MIO SOSTEGNO C è….UN BACIO TVB

  4. Leggendo le tue parole sembri una persona decisa ad ottenere il meglio per la tua città e soprattutto per i ragazzi che vi abitano. Credo che tu ormai abbia capito che incontrerai numerose difficoltà, a causa del sistema politico che sistematicamente esclude le persone di animo buono come il tuo, che non pensano soltanto ai propri interessi ma al bene della collettività. Ti faccio i miei migliori auguri e spero che tu riesca a venire eletto, disturbando i piani politici dei politici professionisti. Ma soprattutto spero tanto che questa esperienza non ti costringa a cambiare il modo di pensare.

  5. buffone, parli di giovani scoraggiati dalla mafia e dal clientelismo e ti vai a mettere in lista per chi voleva portare la discarica a sant’agata e per chi è amico di toto cuffaro, condannato a 5 anni. ovviamente questo commento non sarà pubblicato perchè a sant’agata c’è un regime che tende ad isolare chi si mette contro l’amministrazione mancuso, amministrazione che ha preso 6.000 firme contro la discarica di contrada oliva, amministrazione che aveva promesso di finire il porto, di mettere l’erba sintetica allo stadio b.fresina, amministrazione che aveva promesso il museo della pesca ma che vende i beni immobili perchè c’è un buco nel bilancio creato da loro stessi. un’ amministrazione fallimentare.

  6. Alberto perchè non dovrei pubblicarlo il tuo commento?? Tu mi hai offeso e non sei riuscito a rispondere con calma. Non sei riuscito a dire ciò che pensavi con la calma che dovrebbe contraddistinguere ogni essere umano. Io non voglio essere come te. Non mi limito a parlare come fai tu, ma ho il coraggio di fare qualcosa. Vedo che il tuo modo di fare, purtroppo, non è diverso dal loro. Criticate, sparlate, mancate di rispetto alle persone, offendete, demonizzate gli altri. La gente è stufa di persone che passano il tempo a criticare. Io ragiono con la mia di testa. Desidero ricordarti che io mi sto inserendo adesso nel mondo della politica quindi non mi addossare colpe che non ho. Un saluto da Andrea e la prossima volta cerca di essere un pò più educato…..ciao

  7. mi chiedo perche’ non siamo capaci di discutere civilmente…io ho letto tutto il discorso di andrea due volte…c’ erano delle cose su cui non concordavo, ho cercato il suo indirizzo di posta e gli ho scritto. Non serve scaldarsi, non serve alzare i toni della discussione…Andrea ha deciso di mettersi in gioco. Noi possiamo continuare a vederci davanti al pub o al bar e continuare a lamentarci. libero lui. liberi noi.

  8. É sempre interessante una sfida, soprattutto in un campo minato come la politica. Auguri… Comunque non bisogna avere paura “del grillo parlante”… come dice Elvira, bisogna saper discutere… l’esperienza mi suggerisce tante cose, ma anche la gioventú e l’inesperienza sono importanti… comunque sono possibili anche i cambi … o no?

  9. Ma non credete che sparlare o critcare le persone, sia una cosa inutile??? soprattutto dinansi ai bar dei paesi… una casa poco onestà! invece se voi ragzzi per esempio tu Alberto e Elvira, come potrei nominare altre persone, perchè non esponete “costruttivamente” la vostra opinione per trovare una soluzione ai problemi che, tu Alberto, precedentemente hai esposto… ti posso capire se non ti piacciono le idee di Andrea, però non è giusto esporre in quei toni di sfida, perchè ti riveli una persona poco educata, ma sono sicura che non lo sei affatto ansi se sai tutti questi problemi che “affligono” la nostra S’Antagata, non andare contro Andrea ma proponi ciò che potrebbe essere la tua soluzione a tutti questi problemi! dico in oltre un detto che secondo me è saggio ” l’UNIONE fa la forza!” quindi noi ragazzi ci DOBBIAMO unire per una S’Antagata MIGLIORE!! ciao ciao =)

  10. Grazie Chiara…io voglio proprio questo. Mi piacerebbe mettere insieme tutti i giovani del mio paese che vogliono cambiare. Uniamoci!!! Messi insieme siamo una forza difficile da schiacciare. Siamo noi la forza nuova della società. Albero se avessi voluto fare carriera politica, ti assicuro che non potevo scegliere modo più sbagliato. Nel mio discorso non ho risparmiato proprio nessuno. IO SONO QUESTO E NON CAMBIERO’ PER NESSUNA COSA AL MONDO. SE SBAGLIERO’, LA GENTE SAPRA’ COSA FARE….ma fino a quando lotterò per i principi in cui credo non criticatemi. Non posso rimanere da solo. Fatevi avanti e fatevi sentire….proponetevi e proponete le vostre idee.

    P.s. Spero solo di arrivare vivo alle elezioni di giugno 🙂

  11. desidero rispondere a Chiara che non conosco e che non mi conosce: io non ho sparlato di nessuno e ti garantisco che ogni giorno ‘ mi faccio il mazzo’ per portare avanti delle idee nuove, sane e pulite…se ti riferisci al fatto che ho scritto ad Andrea..beh…gli ho epresso il mio pensiero civilmente…credo che il sostegno di persone con una maggiore esperienza possa solo essere d’ aiuto.
    attenzione quando scriviamo e sopratutto quando leggiamo i post che altri scrivono …rischiamo per prendere ” bussichi pi lanterni” cioe’ lucciole per lanterne.

  12. Elvira io non ti ho assolutamente aggredito e non era mia intensione!! se hai capito il contracio ti chiedo scusa!!! hai ragione tu non mi conosci e neanche io!!! =) ciao ciao

  13. compare io ti conosco di vista e so che sei un ragazzo di buona fede e sai ragionare ti faccio i miei auguri per la tua candidatura

  14. 2 CAMPAGNE PER ANDREA!!:
    1)UNA ELETTORALE
    2)UNA PER TROVARGLI LA ZITA!!!

    a parte gli skerzi Andrea lo conosco e ha veramente intenzioni serie..anche se per molti può risultare un illuso,crede nella giusta politica fatta da gente sana e per questo bisogna sostenerlo e non criticarlo se si vuole cominciare a cambiare qualcosa nel nostro paese.
    e’ un ragazzo che ha dei sani principi,principi che purtroppo la nuova generazione sta sempre più accantonando;per questo si deve prendere esempio da uno come lui,che vi assicuro ha dei fini assolutamente altruistici..

  15. Grazie anonimo. Fatevi conoscere però. Zita??? Per il momento è forse meglio concentrarsi solo sulla campagna elettorale…ciao e grazie

  16. Purtroppo Andrea la politica è da tanti anni che è cosi. solo unendo le forze possiamo cambiarla.solo cosi. cerca di fare il piu possibile.Se c’è l ha farai anche le persone che per clientelismo non ti voteranno avranno preso a cuore le tue parole sapendo dentro la loro coscenza che quello che hai detto tu è la sacro santa verità.

  17. non volevo essere offensivo, la mai era una provocazione se ti ho offeso in qualche modo andrea scusami. i problemi che affligono sant’agata sono sotto gli occhi di tutti. se proprio noi giovani vogliamo avere una voce in capitolo si doveva fare una lista formata da ragazzi incazzati contro la mafia, il clientelismo le raccomandazioni ecc. questa lista si proponeva di (se riusciva ad avere almeno un consigliere) stare all’opposizione con qualunque sindaco al comando, per poter fare proposte per migliorare la nostra cittadina, come per esempio montare dei pannelli solari sul nuovo palazzetto dello sport o cercare di espropriare alcune case in piazza duomo (quella incompleta vicino il bar “la mimosa” e quella dietro la chiesa) in modo da creare parcheggi e rendere così più vivibile il nostro centro, dato che ora si è spostato il parco dei nebrodi nel palazzo gentile e questo comporta la presenza di più auto in quella zona.

  18. Gianluca scusami ho provveduto subito a risolvere il problema….grazie comunque per le belle parole. I ragazzi dovrebbero cercare di darsi da fare e on lasciarmi solo. E’ normale che se rimango solo rischierò di essere ingoiato, ma se siamo uniti per loro sarà più difficile tenerci in silenzio. Adesso forse ho capito chi sei….un saluto Andrea

  19. Scusa andrea, ma come si permette questo alberto ad offendere in modo cosi esplicito il candidato a sindaco con cui sei candidato? e che è innanzitutto il sindaco uscente dopo cinque anni di svolta e stabilita politica per sant agata e soprattuto una persona di grande onestà (anche intellettuale) che di poche ce ne sono nell ambiente politico. E scusami…un minimo di difesa no??? o ci devono pensare gli altri?

  20. Pregherei le persone di firmarsi….abbiate il coraggio di dire quello che pensate firmandovi. Rspondo all’ultimo anonimo. A Mancuso gliene hanno dette e gliene diranno di tutti i colori; ritengo però che la miglior difesa in questi casi sia la TOTALE ED ASSOLUTA INDIFFERENZA. Se dobbiamo portare qualcosa di nuovo a Sant’Agata non possiamo continuare ad offendere le persone che ci stanno di fronte. I santagatesi sono stanchi di sentire le solite scemenze…COSTRUIAMO E NON DISTRUGGIAMO!!!!!

  21. Gianluca se condividi davvero il mio modo di fare e di pensar e desideri dare il tuo contributo di idee, sai come contattarmi!!! Dobbiamo lavorare insieme….

  22. weh..compare andre..in bocca al lupo..sant’agata e penso la politica in genere hanno bisogno di persone come te, che ragionano con la loro di testa e cercano di essere propositivi e non autodisfattisti..un grosso in bocca al lupo..tano militellensis

  23. Gaetano grazie per i tuoi auguri. P.s. Ti ho mandato quello che mi avevi chiesto….a presto Andrea

  24. Salve a tutti.
    Premetto di non condividere il campo di valori in cui credi nè la scelta politica di candidarti per il sindaco uscente, le cui amicizie, e credo sia innegabile, non sono sinonimo di trasparenza, lealtà, correttezza e tanti altri astratti a cui hai fatto riferimento. Proprio sugli astratti mi fermo: quello che più colpisce del tuo discorso è il fatto che in circa 15 minuti di intervento non si faccia mai riferimento ad un’azione concreta, a proposte effettive. E’ un’elencazione di valori, per così dire, della questione morale all’italiana, che per altro esponi con grande enfasi da politicante. Il mio consiglio è di parlare di proposte concrete per il paese e di usare toni meno retorici e politicheggianti. Credo che così potrai forse ottenere più elettori, anche se di certo non avrai il mio di voto, mi sono ripromesso di non votare in vita mia mai un Democristiano. E così sarà.

  25. ciao luca, anche se credo che luca non sia il tuo vero nome… 🙂 … ad ogni modo…è stato scritto un articolo in cui andrea, mio grandissimo amico, ragazzo per molti versi diametralmente opposto a me, soprattutto sulla visione politica nazionale, ma non per questo non meritevole della mia stima, ha riportato un sacco pieno di proposte…ti invito a leggere più spesso il blog…e ti assicuro che quello riportato è solo una minima parte di quello che abbiam fatto e realizzato in due anni e più di lavoro…il suo articolo, ti dico anche che ha ricevuto i complimenti, la stima e lui stesso anche l’appoggio dello staff di un noto comico italiano che adesso a modo suo fa politica o populismo…di certo questo personaggio illustre non è democristiano…anzi… da questo punto di vista si dimostra più lungimirante di te…senza offesa…tu consideri andrea un democristiano…il che non è assolutamente vero…il personaggio illustre e molti ragazzi invece vedono andrea come una persona piena di buoni propositi e soprattutto con una grande voglia di fare i fatti e non parole!!!! le proposte effettive ci sono ti ripeto di leggere bene gli altri articoli…inoltre è una persona buona…troppo…a volte gli consiglio di essere un po’ più menefreghista…ma lui è così…è buono con tutti ed ha dei principi veri, poi è molto aperto alla critica costruttiva…quindi credo che a breve ti risponderà meglio lui…al momento starà dormendo…spero vivamente che andrea realizzi il suo piccolo sogno…anche per il bene di tutta la collettività…lui i fatti fin’ora li ha cocretizzati…inoltre sarò ripetitivo le proposte le ha elencate…leggi tu stesso…

    https://santagatando.wordpress.com/2009/04/14/andrea-sturniolo-e-i-suoi-amici-offrono-le-proprie-idee-e-i-propri-progetti-al-candidato-sindaco-bruno-mancuso/

    ciao e grazie
    notte

  26. Caro Luca ti ringrazio innanzitutto per aver lasciato un tuo commento. Il fatto che sia riuscito a farti perdere del tempo per una tua riflessione a questo articolo mi inorgoglisce molto. A me non interessa ottenere voti dalla gente solo per potermi dire un giorno consiglere. E’ vero che il mio parlare sembra tanto quello di un politico democristiano. Secondo te dovrei vergognarmi delle mie idee e del mio modo di fare?? L’enfasi del discorso non è altro che passione e voglia di cambiare ciò che nella società non va assolutamente bene. Trovami sola una persona che nella sua vita politica a Sant’Agata sia riuscito a prendere una posizione ideologicamente orientata come la mia!!! Lo so che dirmi cattolico non è di moda oggi come oggi; però a me non interessa. IO SONO FATTO COSI’ E NON HO INTENZIONE DI NASCONDERE LA MIA VERA NATURA PER PRENDERE ANCHE IL TUO VOTO. Ti invito a cercare un ragazzo che come me ha il coraggio di affrontare una campagna elettorale usando metodi totalmente diversi dagli altri. Non giro per casa come fanno tutti gli altri. Non condivido il fatto che i ragazzi della mia età siano costretti a votare per soggetti che gli promettono meschinamente il voto in cambo del lavoro. Non condivido il fatto che intere famiglie siano costrette a dare i propri voti ad un soggetto solo per i “favori ottenuti in passato”. Non condivido la mentalità della vecchia politica, ma condivido però le idee, i progetti e il modo di fare di chi in 5 anni ha rivoluzionato un Paese. Personalmente le amicizie del sindaco uscente non tanto mi interessano. Credo di conoscere lui e questo mi basta. Sicuramente conosce gente che ha sbagliato nella vita, ma non per questo dobbiamo condannare anche lui. Non possiamo addosargli colpe che non ha e sbagli che non ha commesso. Se un tuo amico si fuma uno spinello o ruba non possiamo sicuramente catalogare anche te come una persona disonesta. Non credi sia un ragionamento limitato il tuo? La tua vecchia mentalità ti porta a fare di tutta l’erba un fascio, non riuscendo a distinguere ciò che è bene da ciò che è male. Credo ciecamente nell’onestà delle persone e ritengo che presentandomi coraggiosamente alla cittadinanza in questo modo riuscirò alla fine a raccogliere i frutti di un duro lavoro. Nel mio primo intervento, che era esclusivamente di presentazione, giustamente non faccio riferimento a progetti perchè quest’ultimi vanno prima concordati con l’intera coalizione. Ti ricordo che non sono candidato a sindaco ma a consigliere!! Ho voluto però inserire in anteprima qualche progettino in un articolo separato. Stai tranquillo che arriverà il momento in cui mi sentirai parlare in modo dettagliato e preciso dei progetti che ho intenzione di portare avanti. I progetti riguardano l’ammodernamento della macchina amministrativa: tagli, maggiore efficienza, maggiore trasparenza, responsabilizzazione della classe politica, uso delle energie rinnovabili, potenziamento delle forme di partecipazione dei cittadini alla vita politica, un maggiore impegno nel sociale, più attenzione ai giovani. Questi sono soltanto alcuni e in linea generale i progetti che io insieme ad altri ragazzi abbiamo preparato per questa campagna elettorale. Ti assicuro che nella vita sono tutto tranne che retorico e mi dispiace che sia passato questo messaggio. Sono entrato in politica mantenendo il mio bagaglio di valori e di ideali. Non mi farò strumentalizzare mai da nessuno. Chi mi conosce sul serio sa che non mi tiro mai indietro quando c’è da lavorare e affronto tutto con la massima serenità e grinta. Non possiamo limitarci a criticare tutto quello che ci circonda solo per il piacere di farlo. Ognuno di noi dovrebbe dare un piccolo contributo per a società in cui vive ed io lo sto facendo già a 22. La politica va cambiata con i fatti e le parole. Il mio discorso racchiude un importantissimo messaggio che mi piacerebbe fosse recepito dalla gente e soprattutto dai miei coetani: VOLERE E POTERE. Personalmente non mi sento ne un eroe ne un salvatore della patria, tuttavia ritengo sia necessario inserirsi nella vecchia politica, indubbiamente con molte riserve, per cercare di riformarla dall’interno. Io sono un ragazzo di 22 che ha avuto il coraggio e la forza di dire ciò che pensa: di gente come te ne ho incontrata già parecchia e parecchia ne incontrerò. Mi dispiace solo un cosa del tuo messaggio: hai fatto una tua riflessione, giustissima, senza però conoscermi bene!!! Dovresti avere un pò di pazienza prima di giungere ad una riflessione definitiva. Tu che ne pensi?
    Sono felice di non aver modellato il mio stile di vita o il mio modo di essere solo per racimolare qualche voto. Non ho bisogno di mutare forma solo per ottenere riscontro nelle persone. Non cambierò mai le mie idee solo per ottenere voti dalla gente. Io sono fatto così e la gente se vuole dovrà votarmi per quello che sono. Gente come te piuttosto che incoraggiarmi e consigliarmi positivamente mi aggredisce ed usa l’ironia per cercare di mettermi in difficoltà. Io andrò avanti per la mia strada, sicuro di operare per il bene comune della gente. Spero di riuscire a farti cambiare idea non con le parole ma con i fatti. Un saluto Andrea

    P.s. A proposito di democristiani: mi piacerebbe che leggessi qualcosa sulla vita di Giorgio La Pira, politico ialiano democristiano coraggioso che è riuscito ad emergere dalla massa di amici democristiani disonesti che si è ritrovato al suo fianco.

  27. Ciccio grazie per le le tue parole; preparati perchè di questi commenti ce ne saranno moltissimi….

  28. Ringrazio, come prima cosa, per la risposte articolate e certamente rispettabili nella loro totalità, seppur non condivisibili toto corde. Il mio intervento su questo blog ha ricevuto però risposta solo parziale e certamente i toni della discussione, che io ho volutamente tenuto bassi sono stati alzati da alcune critiche e invettive che elencherò per mostrare come le mie osservazioni, peraltro ritengo legittime, siano state in gran parte attaccate non nel merito, ma astrattamente. Come prima cosa è stata data un’accezione negativa alla parola democristiano che io non mi sono assolutamente permesso di dare. Ho semplicemente messo in evidenza come la mia idea politica sia distante da quella democristiana (ratio qua non voterei mai in vita mia un democristiano), ma ho troppo rispetto di figure come Alcide De Gasperi, Aldo Moro per riferirmi ad una esperienza varia e molteplice come la democrazia cristiana in modo tout court negativo. Conosco buoni e cattivi democristiani come buoni e cattivi comunisti, pur restando fermamente convinto che la socialdemocrazia sia l’unica soluzione politica che possa assicurare crescita al nostro paese in senso e civile e economico. Questa precisazione andava fatta, non mi permetterei di criticare mai in Toto una esperienza così grande, anche se certamente di molti personaggi e della politica del malaffare di cui si fece protagonista e si fanno protagonista la DC prima, l’UDC, il PdL e parte consiste del PD in sicilia sono scandalose e credo vadano combattute con le armi del buon senso, della logica e della tanto bistrattata questione morale, per dirla alla berlinguer, di cui ti fai portavoce, a mio parere, anche se, come giustamente dici, non ti conosco, in modo corretto ed onesto. Semplicemente non voterei un democristiano perchè le sue idee, seppur rispettabili e degne di ascolto, sono molto distanti dalle mie, soprattuto su aspetti quali l’etica e l’economia. Per quanto riguarda le amicizie, non vedo nulla di male nel fatto che un mio amico si fumi uno spinello e credo che associare chi fuma uno spinello a una persona che ruba sia un errore politico e di valutazione della realtà del nostro paese. Io di uno che ruba non sarei amico e non potrei mai esserlo, questo è certo, da cittadino italiano, se lo sapessi ladro, lo denuncerei, me ne distaccherei e credo che l’unico comportamento eticamente, moralmente e politicamente corretto nei confronti del nostro ex-presidente di regione sia quello di dissociarsi e distaccarsi totalmente e con forza, e ti invito a farlo. Sarebbe un vero e forte segno di allontanamento dall’etica del malaffare che pervade la Sicilia. E io ripeto: credo che tu sia un bravissimo ragazzo, pur non conoscendoti, e credo realmente nella tua volontà di innovare, perchè conosco la serietà di alcune persone che ti stanno attorno, in primis di Francesco. Proprio a Francesco dico che leggo spesso e da tempo e con molta attenzione (ed ammirazione) il vostro blog e che sono d’accordo su molte proposte che andrea porterà avanti, se eletto, in consiglio comunale, ferma restando la mia critica. Io non ho detto che non hai idee, ma che IN QUEL video non c’erano delle proposte concrete. Non mi permetterei mai di giudicare una persona che non conosco sulla base di quello che pensa, ma mi limito esclusivamente a vagliare quello che mi viene mostrato, ottime molte idee, soprattuto sui giovani e sulla tecnologia, ma ritengo un errore(ovviamente è un mio modestissimo parere) che tu non le abbia evidenziate con forza all’interno del tuo intervento telematico. Volevo dire però, che mi spiace molto aver letto “di gente come te ne ho incontrata già parecchia e parecchia ne incontrerò”. Mi spiace per due motivi: in primis perchè giustamente mi hai criticato credendo che il mio fosse un attacco ad personam ignotam dicendo che non ti conosco, e dopo, però, la tua frase e il fraseologismo “di gente come te” stanno chiaramente a significare una generalizzione per cui sono sinceramente rimasto male, anche se non credo che da parte tua ci sia stata voglia di offendere o di ferire in alcun modo, tuttavia rischi di cadere anche tu nel circolo di chi ti critica con insulti o con fraseologismi fatti. in secondo luogo perchè perchè non ho idea di come sia fatta la gente come me, ho sempre cercato di ragionare e mi sono sempre confrontato con tutte le parti, cercando di avere il massimo rispetto per tutti. A questo proposito mi scuso se sono stato per i tuoi occhi in qualche modo ironico o aggressivo, non era la mia volontà e non è nel mio stile. Mi scuso di questo con grande sincerità e lealtà.

    Un saluto con il mio vero nome,

    Luca.

  29. Luca mi dispiace per il nostro fraintendimento. Ho interpretato male il tuo commento. Devi scusarmi ma allo stesso modo dovresti comprendermi. Ho 22 anni e nonostante tutto, me ne dicono di tutti i colori e per questo ad ogni intervento o riflessione che ricevo rivolgo la massima attenzione. Per quanto riguarda l’idea di fare un video per i progetti ti assicuro che con Francesco ci avevamo già pensato, solo che con gli impegni in parrocchia, l’associazione e lo studio non abbiamo avuto molto tempo a disposizione. I progetti che desideriamo proporre io ed i miei amici sono molto carini ma prima di essere diffusi ufficialmente desidero giustamente concordarli con la mia lista e con il sindaco. Per il programma vi assicuro che mi batterò con tutte le mie forze.

  30. oh oh…luca le parole le ha ritrovate…forse troppe…scherzo ovviamente…cmq luca…dovresti conoscere meglio andrea…non giudicarlo a priori!

  31. Non preoccuparti assolutamente, avevo capito di essere stato frainteso e probabilmente la cosa era dipesa anche da me e dal non esser stato chiaro in tutto quello che ho scritto (e se così è mi scuso ancòra una volta). Attendo con molta attenzione il video sugli impegni, soprattutto credo interessanti quello sulla Wi-Fi zone e su Skype, anche se dubito che i vecchi politici santagatesi sappiano persino di cosa si tratti. 😉
    Un saluto,

    Luca.

  32. Ho letto con attenzione le motivazioni che Ti hanno orientato verso la scelta che hai fatto, motivazioni condivisibili che ripropongono l’impegno dei cattolici nella politica. Purtroppo tantissime cose che pensi sono molto lontani dal mondo della politica, quindi molto lontani dalla politica santagatese. Riconosco le tue buone intenzioni, spero che tu possa eserciare il ruolo di consigliere nel nostro comune e che il tuo impegno possa essere una garanzia per i tuoi elettori. Io non condivido e non ho condiviso l’azione dell’amministrazione uscente in quanto improntata su scelte e criteri che tu critichi in modo forte ( clientele, pressioni, promesse….).
    Ti auguro di raggiungere un successo personale e che la tua presenza all’interno del consiglio comunale rappresenti l’anima pulita della politica.
    Pippo Miano.

  33. Consigliere Miano la ringrazio di cuore per il suo incoraggiamento. Spero anche io di diventare consigliere comunale a Sant’Agata: sto impiegando tutto me stesso per riuscire a vincere queste elezioni a cui tengo molto. Sappiamo bene che le clientele, le pressioni e le promesse caratterizzano un pò tutta la politica senza nessuna distinzione di partito. I politici disonesti ci sono ovunque: nel Pd, nel Pdl, nell’Udc, nell’Idv, ecc…la gente dovrebbe limitarsi a votare gente capace. Lei lo sa bene che questo ragionamento, pur essendo moralmente ineccepibile, si infrange contro il resistentissimo muro delle logiche di partito!! In questi cinque anni vi ho osservato con attenzione in consiglio comunale. Ho osservato e studiato la politica santagatese, il vostro modo di esporvi, il vostro modo di pensare e di agire. Ho seguito gli interventi dei consiglieri comunali e mi sono reso conto che di carenze ce n’erano da entrambe le parti. Non esiste un modello oggettivamente ideale da seguire. Non esiste il consigliere modello da imitare. Errori ce ne sono stati da entrambi gli schieramenti. A mio avviso, la vostra (cioè di tutti i politici) più grande mancanza è la voglia di confrontarvi pacificamente e serenamente. Ognuno dice la sua, sapendo già a priori che non ci sarà modo di giungere ad una conclusione concordata. E la colpa è di entrambi gli schieramenti. Dovete discutere pacificamente. Ho assistito ad interventi troppo aggressivi e privi di logica.

    Spero riusciate a presentare una lista fatta tutta di giovani. I giovani vanno valorizzati e sostenuti. Lei però lo sa meglio di me che con lo sbarramento al 5% sarà difficile trovare almeno 14 ragazzi disponibili a candidarsi. Per ottenere un seggio dovranno prendere non meno di 400 voti. Una cosa davvero impossibile. considerando che 13 liste dovranno spartirsi circa 8mila voti. Non sarebbe stato più facile puntare su un giovane e farlo vincere? Dal vostro volantino ho intuito che forse, a parte lei, ci saranno molti candidati forti ed illustri: Starvaggi, Canonico, Alascia, Calogerino Maniaci, ecc…Lei pensa davvero che i ragazzi della lista giovani avranno qualche possibilità di ottenere almeno un seggio? Le dico queste cose perchè l’idea di fare una lista di giovani in appoggio a Mancuso era il mio più grande sogno. Ne avevo già parlato più di un anno e mezzo fa con il sindaco. Mi sono reso conto però che giovani davvero interessati alla politica non ce n’erano e per questo ho deciso di scegliere con serenità e senza rimpianti la componente che fa capo all’avv. Andrea Barone. L’altra sera ho seguito il dibattito politico su Antenna del Mediterraneo: Zenith. Due ore di trasmissione ed io non sono riuscito a capire nulla!!! Troppo polemico. Lei che ne pensa?….Spero anche io un giorno di potermi confrontare con tutti voi in un dibattito sereno e costruttivo per il nostro amatissimo Paese. Non vedo l’ora…. Distinti saluti Andrea Sturniolo

    P.s. Grazie ancora per i suoi auguri!!!

  34. “I politici disonesti ci sono ovunque: nel Pd, nel Pdl, nell’Udc, nell’Idv.” Credo che un’affermazione di questo tipo sia molto imprecisa e generalizzante al pari dell’antipolitica di Grillo. Ci sono, ed appare evidente già a livello nazionale, delle evidentissime differenze tra i candidati dei partiti che hai citato. Il PdL candida gente come Dell’Utri (il tribunale di Palermo ha condannato Marcello Dell’Utri a nove anni di reclusione con l’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa. Rileggiamo un passo della sentenza: “Vi è la prova che Dell’Utri aveva promesso alla mafia precisi vantaggi in campo politico e, di contro, vi è la prova che la mafia, in esecuzione di quella promessa, si era vieppiù orientata a votare per Forza Italia nella prima competizione elettorale utile e, ancora dopo, si era impegnata a sostenere elettoralmente l’imputato in occasione della sua candidatura al Parlamento Europeo nelle fila dello stesso partito, mentre aveva grossi problemi da risolvere con la giustizia perchè era in corso il dibattimento di questo processo penale”), L’UDC presenta tra i tre senatori eletti Salvatore Cuffaro (Il 18 gennaio 2008 Cuffaro viene dichiarato colpevole di favoreggiamento semplice nel processo di primo grado per le ‘talpe’ alla Dda di Palermo.
    La sentenza di primo grado condanna Cuffaro a 5 anni di reclusione nonchè all’interdizione perpetua dai pubblici uffici.) Ricorderei invece che l’IDV candida persone come Leoluca Orlando e alle prossime europee moltissime persone della società civile, oltre a De Magistris, magistrato coraggioso che ha lottato contro i giochi di potere politici. Il PdL presenterà invece soubrette e gente dal bassissimo profilo politico, come Nino Strano, noto per aver stappato champagne e aver mangiato mortadella in parlamento il giorno della caduta di Prodi. Fare di tutta l’erba un fascio è un grave errore, e non mi sentirei di dire che il PD, seppure colluso, almeno in parte, in Sicilia sia alla stregua di partiti come UDC, PDL e MPA che del voto clientelare fanno la loro bandiera. (se per L’MPA ci fossero dubbi, ecco un articolo fresco di giornata –> http://www.corriere.it/politica/09_aprile_26/gia_antonio_stella_sicilia_assunzioni_regione_b1360a6e-3238-11de-becc-00144f02aabc.shtml . In sintesi credo che la critica del dott. Miano sia una critica coerente, almeno per quanto riguarda la pulizia dei partiti a livello nazionale, che di certo è spesso specchio di quello che accade sul territorio. Un saluto, Luca

  35. Mi dispiace Luca…io non la penso come te. I politici che sbagliano sono ovunque e devono pagare. Nel tuo elenco non hai citato per esempio il figlio di Di Pietro. Cristiano Di Pietro, consigliere provinciale a Campobasso per Italia dei Valori, parla al telefono varie volte con Mario Mautone. Sono state acquisite una serie di intercettazioni nel corso delle quali Cristiano Di Pietro chiede al Provveditore Mautone alcuni interventi di “cortesia” quali: affidare incarichi a persone da lui segnalate anche al di fuori degli ambiti di competenza istituzionale («Io ho un amico però è ingegnere che sta a Bologna – dice Cristiano a Mautone – volevo sapere se su Bologna c’era la possibilità di trovargli qualche cosa»). Affidare incarichi ad architetti è mafia.

    Come vedi la mafia e la corruzione colpisce tutti i partiti senza distinzione. La mafia è a sinistra, è al centro, ed è a destra. Sono i candidati e non i partiti ad essere corrotti. Ricordatevelo. Toglietevi dalla testa che chi è a sinistra è per la legalità e chi è a destra e per l’illegalità. Toglietevi dalla testa questi stupidi preconcetti. La corruzione è ovunque!!! I valori e gli ideali di un partito politico però non possono essere messi in dubbio solo per la presenza di gente corrotta al suo interno. Io sono d’accordissimo con Beppe Grillo quando dice di non candidare gente come questa; però dovremmo capire che non basta dire “non vogliamo mafiosi al Parlamento”; dovremmo noi stessi garantire l’alternativa. La poltica va riformata dall’interno e no dall’esterno con i blog e le parole come fanno alcuni. Abbiate il coraggio di proporvi, di presentarvi, di candidarvi. Io ci sto provando e con enormi difficoltà!! Se la politica va male è anche colpa nostra che non riusciamo ad offrire alla gente un alternativa valida. La politica locale è ancora peggio: lo sai quanti dottori si candidano solo perchè vogliono diventare primari del loro reparto; lo sai quanti ragazzi si candidano solo per trovare lavoro; lo sai quanti avvocati si candidano per aggiudicarsi qualche posto di prestigio; lo sai quanti militari o impiegati pubblici si candidano per ottenere solo il trasferimento vicino al proprio paese, ecc…. La politica purtroppo è questa. IO PERO’ SONO CONTRO TUTTO QUESTO. Riconosco che cose di questo genere sono brutte da dire, ma è la sacro santa verità ed è proprio per questo che mi sto candidando con enormi sacrifici. Gran parte dei politici santagatesi hanno timore a dire come la pensano, perchè temono di perdere voti. Molti si vogliono candiare ma ancora non sanno se mettersi con Vicari o Mancuso. Secondo voi queste persone fanno politica per loro o per il proprio Paese? La risposta è evidente ed è scontata. IO ho avuto il coraggio di presentarmi e di dire come sono realmente. Non lo farà mai nessuno. Ho detto di essere cattolico sapendo di non trovare un grande riscontro nei miei coetani. Non posso però vergognarmi della mia fede e del mio modo di pensare. Io sono così e la gente se mi voterà, mi voterà per quello che sono e non per quello che voglio far credere di essere. Caro Luca piuttosto che criticare le mie idee o di parlare di politica nazionale, perchè non dai anche tu il tuo contributo alle prossime amministrative di giugno. Candidati o quanto meno appoggia chi come me è contro il clientelismo, le promesse, i favoritismi, le raccomandazioni, ecc… Una volta feci una promessa ad un sacerdote. Gli promisi che se anch’io fossi diventato uno “sciacallo come gli altri” avrei trovato il coraggio di uscire dalla vita politica a testa alta. La promessa adesso voglio estenderla anche a voi….criticatemi solo quando vi darò prova di aver sbagliato. Fino ad allora vi chiedo di sostenermi ed aiutarmi. Discutiamo, parliamo, affrontiamo la vita politica insieme…la difficoltà più grande non sarà riuscire a vincere, ma sarà quello di riuscire a far appassionare i giovani alla vita pubblica del nostro Paese. E’ necessario un ricambio generazionale e di idee. Per far questo bigona crederci…ed io ci credo. Un saluto Andrea Sturniolo

  36. Mi spiace ma la tua obiezioni sull’Italia dei Valori è assolutamente errata, dal momento che c’è una differenza di fondamentale importanza: Cristiano di Pietro, nello stesso momento in cui sono state pubblicate le intercettazioni ed è stato iscritto al registro degli indagati come “atto dovuto”, ha lasciato l’Italia dei valori (ecco una parte della sua lettera di dimissioni: “Lascio l’Italia dei Valori e conseguentemente ogni incarico di partito ed anche il mio ruolo di Capogruppo al Consiglio provinciale di Campobasso, ove mi iscriverò al Gruppo misto. Lo faccio con sofferenza e dispiacere (soprattutto per la disumana ingiustizia che sto patendo) ma non voglio creare imbarazzo alcuno al partito.Attenderò serenamente che la Procura di Napoli completi le indagini preliminari in corso (che peraltro nemmeno riguardano la mia persona) in esito alle quali ogni singola posizione personale potrà essere chiara a tutti. Poi, quando tutto sarà chiarito, ne riparleremo.”)

    Quindi, L’Italia dei valori esclude dal proprio partito il figlio di Antonio di Pietro, del leader del partio, ricordo ancòra NON CONDANNATO da nessun tribunale italiano ma indagato, ed anche se fosse condannatao ha già lasciato il partito e non ci tornerebbe in caso di condanna, mentre PdL e UDC portano in aula Dell’Utri e Cuffaro, non già indagati, ma CONDANNATI da sentenze della Repubblica Italiana per reati gravissimi. Credo evidente la differenza di comportamento tra questi partiti. Non condivido, com’è ovvio per un socialdemocratico, in toto, la gamma di valori e di idee dell’ IDV, e non so se lo voterò per questa ragione, ma la legalità presente nel suo partito è tutto ciò a cui ti riferisci tu, questo è sotto gli occhi della nazione. Per qunto riguarda la candidatura mi piacerebbe molto potremi mettere in gioco, fermo restando che evidentemente sto facendo politica anche con te in questo momento (non è strettamente necessario avere una tessera di partito o essere candidati per fare politica, basta essere un cittadino ed esprimere le proprie idee.), ma, purtroppo, studio molto distante da sant’agata e ci torno poche volte, pur essendo interessato ed appassionato delle vicende politiche e pubbliche del nostro paese, già dai tempi delle superiori.
    Ripeto ancòra che credo alla tua buona fede e alla tua buona volontà e di certo porterai davvero questi valori oltre ad alcune buone idee nel consiglio comunale e per questo ti rinnovo i miei migliori auguri.

    Un saluto, Luca.

  37. Secondo te, Luca bisognerebbe quindi fare una legge che vieti l’ingresso in Parlamento a tutti i condannati in via definitiva e in altri gradi di giudizio o dovremmo escludere anche gli indagati? Se si, per quali reati: solo penali o anche civili? Condivido i programmi dell’IDV, ma ti assicuro che il marcio c’è ovunque, anche in questo partito. Non esiste il partito per eccellenza. I partiti sono entita astratte che ospitano uomini perfettibili e non perfetti. Vorrei ricordarti che fino a quando in Italia non ci sarà una precisa legge giuridica (non basta la morale!!!) che vieti l’ingresso di questi soggetti in Parlamento, questi potranno continuare a fare quello che vogliono fino ad una loro sentenza definitiva.

  38. Dovrebbe esistere una legge per la quale come prima cosa i condannati in via definitiva per reati gravi non possano neanche pensare lontanamente di candidarsi, questo è chiaro, e d’altra parte lo strumento preziosissimo delle intercettazioni non dovrebbe essere cancellato dalla faccia della terra dietro lo spauracchio dell’assenza di privacy dei cittadini comuni. Io non temo assolutamente di essere intereccettao e credo neanche tu, perchè nelle nostre conversazioni i magistrati non troverebbero altro che scambio di idee tra due giovani o l’organizzarsi per andare a mangiare una pizza. Chi teme questi strumenti sono quelli che fanno le leggi, chi teme la giustizia è il presidente del consiglio Berlusconi, che già dal 2001/06 e in questo primo anno di legislatura ha legiferato in modo evidentemente opposto ( vedi Lodo Alfano) rispetto ai principi della costituzione (articolo 3 della costituzione: “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.” Sono perfettamente d’accordo sul fatto che i partiti siano entità astratte, però sono costituite da individui (fermo restando che un corrotto può esserci dovunque) che possono raffrontarsi alla realtà politica in modo diametralmente opposto, come credo accada in parlamento tra IDV e PDL, con le diverse risposte che danno ad argomenti come intercettazioni ed immunità parlamentari.
    Mi fa piacere che su questo punto siamo d’accordo. 🙂

    Un caro saluto,

    Luca.

  39. Luca, personalmente, sono contrarissimo al lodo Alfano per un evidente discordanza con l’art. 3 della Costituzione; tuttavia ritengo sia giusto regolamentare la pratica delle intercettazioni, usate un pò troppo spesso, fondamentalmente per tre motivi importanti: concentrare le intercettazioni su soggetti altamente pericolosi e sottoposti ad indagine; risparmiare milioni e milioni di euro; rispettare la privacy delle persone intercettate erroneamente. E’ normale che intercettando chiunque qualche delinquente si trova, ma è anche vero che in questa maniera violiamo l’identtà personale di gente onesta che non ha nessuna colpa e che si ritrova ad essere spiata. Luca fortunatamente non viviamo in uno stato di polizia come Cuba o l’Iran, ma in uno stato di diritto. Sono favorevole anche all’intercettazione dei parlamentari senza la previa autorizzazione del Parlamento…questa si che è una legge davvero imbecille che dovrebbe essere cambiata. Non vedi che pur essendo di partiti diversi, abbiamo gli stessi identici ideali. 🙂 Un caro saluto Andrea Sturniolo

  40. Caro Andrea, ho visto le liste e in particolare la tua lista, ti auguro una campagna elettorale vincente, ma purtroppo ,come era previsto, un criterio solo è stato adottato: la salvaguardia dei generali, il resto tutto contorno senza speranza alcuna. Comunque porta avanti le tue idee, cerca il confronto e dopo quando la campagna elettorale lascerà spazio alle considerazioni mi piacerebbe fare l’analisi del voto insieme a te. In bocc al lupo.

  41. Consigliere Miano, desidero innanzitutto ringraziarla per il suo nuovo intervento su questo blog. Sarò felicissimo di fare con lei qualche considerazione sul voto dopo la campagna elettorale. Lei, nel suo commento, ha scritto che il criterio adottato è quello della salvaguardia dei generali. So bene che la maggior parte delle persone candidate sono inseriti solo per portare voti alla lista (le c.d. candidature di servizio), ma credo che questo criterio sia stato abbondantemente utilizzato anche dalla vostra coalizione. I generali sono da entrambe le parti e lei lo sa bene. Lei per esempio è un generale tra i più forti a Sant’Agata: nelle passate elezioni è stato il terzo per numero di voti, dopo il dott. Maniaci e Giuseppe Puleo. Oggi (13 maggio 2009) con la presentazione delle 12 liste entra nel vivo la campagna elettorale a Sant’Agata Militello. Un esercito di 240 soldati pronto a battagliare per l’ultimo voto. Io personalmente combatterò sempre con lealtà, riconoscendo i meriti e i demeriti ai miei avversari politici. Amo essere sincero con le pesone e quindi approfitto di questa occasione per dirle due cose: innanzitutto non sto apprezzendo i toni che è solito usare il candidato a sindaco Alfredo Vicari nelle sue interviste. Credo che la polemica non serva a nessuno; tanto meno ai santagatesi. Altra cosa: ho avuto modo di vedere i diversi simboli delle liste presentate e sinceramente sono rimasto terribilmente mortificato e dispiaciuto quando ho visto il simbolo della lista “Riscattiamo Sant’Agata”. Usare in una competizione politica un luogo sacro (nello specifico la nostra bellissima Chiesa Madre), trovo sia davvero di cattivo gusto. Immagino che non sia stato scelto per caso…e sono anche sicuro di conoscere la precisa motivazione di quesa scelta. Mi dispiace dirle queste cose, ma è esattamente quello che penso!!! Distinti saluti Andrea Sturniolo

  42. Dire quello che si pensa è il principio fondamentale su cui si basa la libertà.
    Per quanto riguarda la gerarchia militare ti prego di considerarmi un umile soldato di quella schiera, di cui sicuramente anche tu fai parte, che credono nella buona politica. Il mio impegno è al servizio di un’idea e di un partito. I migliori auguri di una brillante affermazione.
    Pippo Miano.

  43. Consigliere Miano dimenticavo di dirle che qualunque comizio o conferenza stampa decidiate di organizzare il nostro blog è a vostra totale disposizione. Quindi qualunque notizia voi vorrete inviarci noi saremo lieti di pubblicarla. L’indirizzo del blog è santagatando@live.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...