STUDENTE AMERICANO TORTURATO


UNO STUDENTE AMERICANO VIENE ARRESTATO IN AULA E TORTURATO SOLO PER AVER FATTO UNA DOMANDA SCOMODA !    

SONO SENZA PAROLE … E’ QUESTA LA VERA DEMOCRAZIA STATUNITENSE TANTO OSANNATA DALLE PAROLE IN UN INGLESE STENTATO DEL NOSTRO PRESIDENTE DEL CONSIGLIO NEL FAMOSO INCONTRO CON BUSH ?!?

IO SONO SENZA PAROLE ! FACCIAMO GIRARE QUESTO LINK !

FRANCESCO LAZZARA

Ikea da imitare


ikeaL’Ikea Italia sfida la crisi annunciando la creazione di oltre mille nuovi posti di lavoro nel 2009, nei nuovi negozi di prossima apertura di Rimini, Collegno (TO), Salerno, Villesse (GO). Nel 2008 – comunica l’azienda con una nota – Ikea ha realizzato un fatturato di 1,3 miliardi di euro, con un incremento pari al 5,8 per cento. Nello stesso periodo 37,15 milioni di persone hanno visitato i 14 negozi presenti sul territorio italiano, una rete gestita da oltre 6.400 addetti, l’86% dei quali assunti con un contratto a tempo indeterminato. Il 46% ha un’età compresa tra i 25 e i 34 anni mentre le donne rappresentano il 58 per cento. Il part-time riguarda il 65% della forza lavoro, con un contratto medio di 24 ore settimanali e un limite minimo di 20 ore concordato coi sindacati. L’Italia è il terzo produttore al mondo per Ikea, con una ricaduta occupazionale nell’indotto di 1.500 addetti. Ogni negozio genera poi un indotto commerciale di circa 100/120 posti di lavoro nei servizi di supporto alla vendita (trasporti, montaggi, manutenzione, pulizie, carrellisti, animazione), per altri 1.400 occupati.

Sant’ Augusto Chapdelaine martire in Cina – 28 febbraio


92019

Nacque a La Rochelle, in Francia, il 6 gennaio 1814, da una famiglia di contadini. Frequentò il Seminario diocesano e fu ordinato sacerdote nel 1843; ebbe il compito di vicario e poi di parroco del villaggio di Boucey. Nel 1851 passò al noviziato dell’Istituto delle missioni estere di Parigi e il 29 aprile 1852 s’imbarcò ad Anversa, diretto alla missione cinese del Kuang-Si; ma si fermò a Ta-Chan vicino alla frontiera, per ambientarsi, imparare la lingua e aspettare il momento propizio per il suo inserimento in quell’ambiente non troppo disponibile verso qualunque novità venisse da fuori , soprattutto in campo religioso . Trascorsero quasi tre anni, poi nel 1855 poté entrare nel Kuang-Si, dove si mise subito a fare apostolato, percorrendo il territorio in lungo e in largo; in breve tempo i neofiti divennero circa duecento. Un certo Pé-San, uomo di costumi corrotti, però, avendo saputo che una donna da lui sedotta, si era convertita al cristianesimo, denunciò la presenza del missionario al mandarino di Sy-Lin-Hien, acerrimo nemico dei cristiani, accusando padre Agostino di sobillare il popolo, fomentando disordini. Il 25 febbraio 1856 padre Chapdelaine fu fatto prigioniero;fu interrogato, torturato e condannato. Morì martire il 29 febbbraio. 

                                                                                             FRANCESCO DE LUCA

 

Usa, donna in fin di vita esce da coma irreversibile


images5cscreen_captures5cs3e12_carol_coma

Una donna americana di 38 anni si è risvegliata da uno stato di coma che i medici avevano definito “irreversibile“. I familiari di Lora Smith avevano deciso di far staccare la spina alle macchine che la tenevano in vita, perché ormai senza speranza. Nel darle l’ultimo saluto, i figli più grandi le avevano chiesto di sbattere le palpebre se li amava: all’improvviso gli occhi della donna si sono mossi, dando inizio alla sua lenta ripresa. Subito dopo aver partorito la sua quarta figlia, Delilah Grace nata lo scorso 31 dicembre, era caduta in uno stato di coma irreversibile. Il “miracolo in corsia” due settimane dopo. Secondo il referto compilato dai medici dell’ospedale, la donna aveva subito un collasso dopo il parto, con due arresti cardiaci ed emorragie nel cervello, fegato e polmoni.Il suo cuore si è fermato per 49 minuti prima di riprendere il battito. I medici hanno subito informato il marito che il secondo arresto cardiaco aveva compromesso le funzioni vitali della donna. Per lei non c’erano speranze di riprendere coscienza e solo le macchine potevano garantirle una sopravvivenza. In soli 30 giorni la sfortunata mamma ha recuperato un quadro clinico definito “buono” da parte del personale medico dell’ospedale, che l’ha trasferita in una clinica per la fisioterapia. Dopo quasi due mesi dal parto, finalmente Lori ha potuto prendere tra le braccia la sua quarta figlia, Delilah Grace, e tornare a casa. Se questa donna fosse stata in Italia non avrebbe avuto il piacere di riabbracciare i propri figli….

Voglio dedicare questo articolo a tutte quelle persone che ritengono che una vita martoriata, non sia una vita degna di essere vissuta….Desidero anche rivolgere un pensiero ad Eluana e a chi ha messo fine alla sua vita!!!!

Andrea Sturniolo