MAMMUTH TROVATO IN USA


getattachment3

A Los Angeles degli operai che stavano scavando un parcheggio sotterraneo hanno trovato le ossa di un mammuth dell’ultima era glaciale. Al reperto è stato dato il nome di Zed;il nome è stato dato dai proprietari del Page Museum.

 ALESSIO TRUSSO

Annunci

Palermo, uomo costringeva la figlia e la moglie a prostituirsi


orig_c_0_articolo_442155_immagine

Un 50enne è stato fermato con l’accusa di sfruttamento e violenza in famiglia. L’uomo “vendeva” la moglie ad un conoscente, finito anch’egli in manette, il quale abusava anche della figliastra della coppia. La donna, lo scorso febbraio, si è rivolta ai carabinieri di Carini (Palermo) denunciando la squallida vicenda che si consumava tra le mura domestiche. Da tempo la donna era costretta a prostituirsi anche con altri.

Tutto era iniziato quando lei aveva poco più che 20 anni, ed insieme alla figlia di pochi mesi era stata abbandonata dal marito. La donna si è risposata e l’unione si è rivelata più infelice dell’altra. Il marito ha iniziato a fotografarla nuda e le immagini utilizzate per annunci pornografici su giornali specializzati. L’uomo ha poi costretto la casalinga a prostituirsi con clienti adescati con inserzioni giornalistiche e su internet.

Intanto la bambina si è fatta ragazza e per la casalinga sono arrivati i primi terribili sospetti di un possibile coinvolgimento della figlia nei giochi erotici del disoccupato. Le indagini dei carabinieri hanno portato all’arresto dell’uomo, insieme al professionista che avrebbe preso parte a giochi erotici con la ragazza.

Sant’Agata Militello, padre Nicola Ventriglia incontra i ragazzi delle scuole


dscn6214 

Ieri mattina presso l’auditorium dell’istituto scolastico Guglielmo Marconi di Sant’Agata Militello, la dott.ssa Maria Mammana, sorella del missionario padre Pippo Mammana e padre Nicola Ventriglia, procuratore delle missioni degli Oblati di Maria Immacolata , hanno tenuto diversi incontri-dibattito con i ragazzi delle scuole medie e delle scuole elementari al fine di sensibilizzarli alle problematiche dei Paesi poveri del Terzo mondo. Dopo aver proiettato alcuni video, padre Nicola ha risposto alle numerosissime domande esposte dai ragazzi, che hanno dimostrato una profonda sensibilità.  Prima di ripartire per Palermo, padre Nicola ha concelebrato la santa messa insieme a padre Gaetano Franchina nella parrocchia Santa Lucia. Negli scorsi giorni padre Nicola ha partecipato a diversi incontri: giorno 18 febbraio all’I.T.I.S. “E. Torricelli” e nel salone parrocchiale della Chiesa Madre si Sant’Agata Militello.

ANDREA STURNIOLO

Ma chi sono gli Oblati di Maria Immacolata?

I Missionari Oblati di Maria Immacolata sono stati fondati da Sant’Eugenio de Mazenod. Nato ad Aix-en Provence nel 1782 da una nobile famiglia, a8221097 9 anni è costretto a causa della Rivoluzione ad abbandonare la Francia, vive da esiliato in Italia per 11 anni, passando da Nizza a Torino, da Venezia, a Napoli e infine a Palermo. Rientrato in Francia nel 1802 entra in seminario e nel 1811 viene ordinato sacerdote. Cinque anni dopo spinto dalla visione della povertà della gente nelle campagne, raduna attorno a se un gruppo di missionari perchè vadano di villaggi in villaggio ad annunciare il Vangelo. Pochi anni più tardi invia gruppi di giovani missionari nel Nord del Canada, in Africa ed in Asia. il motto scelto da Eugenio de Mazenot e che ancora oggi ispira i Missionari OMI è “mi ha mandato ad evangelizzare i poveri”. Eugenio de Mazenod è stato proclamato Santo il 3 dicembre 1995 da Papa Giovanni Paolo H. Oggi circa 4500 Oblati di Maria Immacolata sono presenti in 70 nazioni nel mondo. Gli amici delle Missioni OMI sono Persone che col loro sostegno hanno permesso di scavare pozzi in Africa, creare scuole in America Latina, fondare giovani comunità cristiane in Asia, adottare a distanza centinaia di bambini.

Quali progetti sostengano i missionari oblati?  

ADOZIONE A DISTANZA È un’iniziativa che ha come obiettivo quello di sostenere economicamente un bambino, un ragazzo o un giovane facendosi carico della sua crescita umana, permettendogli di continuare a vivere nel suo Paese, con la sua famiglia. È un modo per contribuire a farlo andare a scuola, a studiare, ad imparare un mestiere senza sradicarlo dalla sua cultura, dai suoi affetti. Rimanendo nel suo ambiente, può contribuire più efficacemente allo sviluppo e al miglioramento sociale del suo Paese. A questa iniziativa hanno aderito famiglie, classi di studenti, gruppi di catechisti, colleghi di lavoro, associazioni culturali e sportive, etc. L’adozione e le notizie sull’adottato sono annuali a condizione che il bambino continui a vivere con la propria famiglia nello stesso.

POZZI DA SCAVARE Nelle diverse stazioni missionarie una delle urgenze primarie è la costruzione di pozzi d’acqua per i villaggi. il costo per ogni pozzo va dai 1.500,00 ai 2.700,00 €: il costo dipende dalle zone in cui viene scavato il pozzo.

AMBULATORI DI VILLAGGIO Queste strutture hanno la funzione di garantire alla gente le cure di base e piccoli interventi. Ne abbiamo già costruiti alcuni, vorremmo ce ne fosse uno ogni tre villaggi. il costo di un ambulatorio è di 9.800,00 € circa.

CENTRO DI FORMAZIONE AGRICOLA L’agricoltura in Africa ancora oggi soffre per lo scarso sviluppo. Nei villaggi non esistono strumenti adeguati per lavorare la terra e la produzione agricola molto spesso non è in grado di garantire la sussistenza per i contadini e le loro famiglie. In Casamance, nella Missione di Temento, stiamo realizzando un centro di formazione agricola di cui è responsabile Fr. Etienne Bassene. il progetto ha come obiettivo di fare apprendere e sperimentare ai giovani e 1 alle donne le nuove tecniche, che danno la possibilità di coltivare oltre al miglio altre varietà di ortaggi.

SCUOLE NEI VILLAGGI La scuola è l’unico strumento per combattere l’ignoranza. Molti bambini per raggiungere la scuola devono percorrere tanti chilometri a piedi ogni giorno. I nostri missionari sono impegnati
a rispondere a questa esigenza attraverso la costruzione di scuole di villaggio, dove possa essere garantita ai ragazzi l’istruzione primaria e ai maestri la possibilità di lavorare con una retribuzione regolare. A Farim – Guinea Bissau – stiamo dando inizio alla costruzione di una scuola primaria chiamata Casa del Sole.

COLLEGI NEI VILLAGGI Pensiamo di costruire dei centri dove i bambini e gli adolescenti delle zone più interne possano frequentare la scuola come tutti gli altri. Questi Centri si prenderanno cura dei piccoli ospiti, dando loro vitto e alloggio, per poi far rientro a casa nel fine settimana.

BANCA DEL MIGLIO In Senegal ci sono dispense di miglio raccolto in sacchi che, nel periodo della siccità, viene distribuito alle famiglie che ne hanno bisogno per sopravvivere. Quando le famiglie ne avranno la possibilità restituiranno quanto hanno ricevuto affinché altri ne possano usufruire. il costo di ogni sacco è di 25,00 € circa.

BORSE DI STUDIO A Dakar come a Frascati (Roma) ad esempio abbiamo il “Foyer “, Centro giovanile e prenoviziato, che accoglie i giovani che hanno il desiderio di diventare missionari, aiutandoli nella crescita umana e spirituale. il centro si fa carico delle spese per il sostentamento, lo studio, le cure mediche e tutto ciò che necessita.
I centri di formazione sono ubicati in Italia, Senegal, Romania, Uruguay e Thailandia.

COSTRUZIONE DI CHIESE NEI VILLAGGI IN SENEGAL E GUINEA BISSAU Il crescente numero di cristiani richiede la costruzione di luoghi di culto. Per questo in ogni villaggio si cerca di costruire una cappella. Attualmente si sta lavorando a Farim in Guinea alla costruzione della chiesa di Mansabà e di altre cappelle nei villaggi. il costo è di 6.000,00 € circa.

LA CASA DI ANNA In Corea. Centro di assistenza dove i poveri possono essere sfamati e assistiti nelle necessità primarie.

CAMPO SPORTIVO POLIVALENTE IN ROMANIA Stanno partendo i lavori per la realizzazione del centro sportivo a Maracineni, responsabile è p. Giovanni Bini. Sono previsti: il campo di calcio, volley, basket e tennis. L’obiettivo è di creare un luogo di aggregazione per sottrarre gli adolescenti ai pericoli della strada.

dscn6195

dscn6198

dscn6199

dscn62001

dscn6201

dscn6204

dscn6215

dscn62181

San Pier Damiani Vescovo e dottore della Chiesa – 21 febbraio


26200e

Nacque a Ravenna nel 1007. Ultimo di una famiglia numerosa, orfano di padre, ebbe come riferimento educativo il fratello maggiore Damiano. Di qui, probabilmente l’appellativo «Damiani». Dopo aver studiato a Ravenna, Faenza, Padova e insegnato all’università di Parma, entrò nel monastero camaldolese di Fonte Avellana. Nel 1057 il Papa lo chiamò a Roma per averlo accanto in un momento di crisi della Chiesa, dilaniata da discordie e scismi e alle prese con la piaga della simonìa. Nominato vescovo di Ostia e poi creato cardinale, aiutò i sei Papi, che si succedettero al Soglio pontificio, a svolgere un’opera moralizzatrice. In quest’azione si avvalse particolarmente dell’abate benedettino di San Paolo Fuori le Mura, Ildebrando che nel 1073 fu eletto Papa con il nome di Gregorio VII. Pier Damiani, fu delegato pontificio in Germania, Francia e nell’Italia settentrionale. Morì a Faenza nel 1072. Nel 1828 Leone XII lo proclamò dottore della Chiesa.