MILITELLO ROSMARINO, conclusa l’edizione del Presepe Vivente con 2500 visitatori


 

Si è conclusa nel pomeriggio del giorno dell’Epifania, l’ edizione del Presepe Vivente 2017/18 nel quartiere medievale di Militello Rosmarino (ME).
Dal 26 dicembre e per le tre giornate successivo, è stato visitato da oltre 2500 persone provenienti da tante località siciliane .
Grande soddisfazione da parte degli organizzatori che già da ora iniziano a programmare per il prossimo anno, dandoci appuntamento al 26 dicembre 2018.
Un successo frutto della sinergia di quanti hanno lavorato instancabilmente per realizzarlo. Centocinquanta figuranti al giorno, tra cui anche i migranti rumeni, hanno dato vita ad una Betlemme nebroidea indimenticabile. Chi ha visitato il presepe ha potuto degustare prodotti locali a km zero ed apprezzare la bellezza della valle del Kidas, rinserita in un tessuto sociale di oltre un secolo fa.
“E’ stato un risultato entusiasmante che ci spinge a fare tanto altro per il nostro territorio – ha affermato il vice presidente dell’associazione Anspi Salvatore Blogna – il nostro personale ringraziamento va a tutti coloro che hanno creduto nel progetto sin dall’inizio, alla Regione Sicilia al Comune e soprattutto alla nostra cittàdina, che non si sono mai tirati indietro per aiutarci e sostenerci anche nei momenti delle difficoltà. Per il prossimo anno abbiamo già in mente alcune innovazioni” il Presidente Don Calogero Oriti ringrazia di cuore i figuranti volontari , che sono stati l’anima del Presepe . “Siamo riusciti a portare a termine questa ardua esperienza grazie al prezioso contributo di tutti come dimostrano le numerose e positive recensioni.”
Per SANTAGATANDO . Gaetano Cicirello

Annunci

Militello, Lo Re elogia il gesto dei 6 esponenti della maggioranza


Militello, Lo Re elogia il gesto
dei 6 esponenti della maggioranza
Che al sindaco Calogero Lo Re i “fatti” consiliari della seduta del 14 dicembre scorso sono risultati – come primo cittadino – assai “inaspettate” è stato chiaro sin dalla prima dichiarazione a caldo: “Davvero incomprensibile il voto contrario del consigliere di maggioranza Giuseppe Amata…”. Riferendosi, poi, al comportamento dei sei dimissionari “per il bene pubblico”, si dice orgoglioso per il senso di responsabilità dimostrato: “Era quello l’unico modo per poter approvare delibere importantissime”. I “fatti” di cui sopra sono in riferimento alle dimissioni della metà dei consiglieri comunali militellesi (Maria Amata, Lucia Maria Rita Cangemi, Rosalba Conti Mammamica, Vincenzo Di Stefano presidente del consiglio, Salvatore Ferrarotto, Antonio Salvatore Oddo) dopo la mancata approvazione del bilancio 2018-2019 che condurrebbero allo scioglimento del Consiglio, il sindaco Calogero Lo Re ha espresso il suo punto di vista.
“Al fine di chiarire la verità e rassicurare la cittadinanza – premette – è necessario rendere note le motivazioni che hanno determinato le dimissioni dei sei consiglieri comunali di maggioranza. In occasione della seduta del 14 dicembre, il consigliere di maggioranza, Giuseppe Amata, senza dare preventiva comunicazione né al sindaco, né al capogruppo, né al presidente del Consiglio, incomprensibilmente, si associava al voto contrario della minoranza, paralizzando l’operatività del consesso. Per scongiurare ulteriore pregiudizio alla comunità, di comune accordo con il sindaco, i sei consiglieri di maggioranza presentavano contestuali ed irrevocabili dimissioni per far decadere l’organo consiliare ormai paralizzato e consentire al commissario ad acta di sostituirsi ad esso approvando le proposte finalizzate a dare ulteriore impulso all’attività politico-amministrativa. Il commissario regionale infatti, ieri, ha approvato tutte le proposte rimaste inevase e, pertanto, già dal 27 dicembre l’Amministrazione potrà deliberare alcune importantissime iniziative per il bene dell’intera collettività. Nella esperienza di sindaco – non mi sono mai sentito così orgoglioso e determinato, perché il gesto compiuto dal presidente e dai consiglieri di maggioranza, è figlio del grande senso di responsabilità e del profondo rispetto per la cittadinanza”.
da Gazzetta del SUD – NINO VICARIO

Militello Rosmarino, ottima riuscita per la prima del Presepe Vivente.. si replica il 30 ed il 6


Quasi duemila persone hanno scelto di trascorrere la serata di Santo Stefano a Militello Rosmarino, per visitare il Presepe Vivente, staccati 1613 biglietti, secondo le fonti.
L’iniziativa, promossa dall’Anspi San Biagio, è stata inaugurata alla presenza del Presidente dell’Anspi San Biagio, padre Calogero Oriti, del Sindaco, Calogero Lo Re, dell’ onorevole Nino Germanà, e del presidente dell’Ente Parco dei Nebrodi, Antoci.
I numerosi visitatori hanno potuto visitare quaranta siti, ricostruiti all’interno di antichi locali del centro storico, nei quali 150 figuranti hanno rappresentato scene di vita quotidiana risalenti ad un secolo fa.
Soddisfatto il vice presidente Salvatore Blogna per l alto numero di visitatori che nonostante altre manifestazioni in paesi vicini hanno scelto di visitare il presepe di Militelo Rosmarino “Un magico viaggio indietro nel tempo, tra mestieri ormai dimenticati, degustazioni di prodotti tipici nebroidei, viaggio che culmina nel punto più alto del percorso: la Natività, ricostruita all’interno dell’antico arco del castello normanno.
Ad accompagnare la visita, ci ha pensato la compagnia “I lautari”, con un mix di nenie natalizie, musica popolare siciliana, trasmessi in filodiffusione in tutto il percorso.
La manifestazione verrà ripetuta il 30 dicembre, dalle ore 20:30 alle 23, e il 6 gennaio, con apertura pomeridiana, dalle 17 alle 20:30

Militello Rosmarino, al Presepe Vivente sarà ospite d’eccezione mons. Giombanco


AL VIA LA XIV EDIZIONE DEL PRESEPE VIVENTE DI MILITELLO ROSMARINO
Nel paese di Militello Rosmarino del Parco DEI nEBRODI, custode di antiche tradizioni e porta sul mondo, si rinnova una delle manifestazioni più longeve in Sicilia e in Italia
Fede e tradizione: questi gli ingredienti della XIV Edizione del Presepe Vivente che si terrà nel pittoresco e suggestivo centro storico. Quest’anno,
Saranno oltre cento gli interpreti che animeranno 42 botteghe di antiche arti e mestieri – come la lavandaia, il fabbro, l’agrimensore, , il falegname, lo spiritaru, – allestite all’interno delle caratteristiche case-grotta, che si snodano lungo il percorso che attraverserà l’intero borgo medievale, fino a giungere alla grotta della Natività, allestita all’ombra delle antiche mura del Castello.
Sono tre gli appuntamenti: Si parte martedì 26 dicembre, dalle ore 20.00 alle 23.00,; si replica, il 30 dalle ore 21.00 alle 23.00: e il 6 gennaio dalle ore 17.00 con la tradizionale sfilata dei re Magi.
I visitatori avranno anche modo di scaldarsi a diversi punti di degustazione, distribuiti come sempre lungo il percorso, il tutto nel pieno spirito natalizio. Per l’occasione, sarà anche allestita una mostra di oggetti sacri, e l’apertura di alcune delle principali Chiese del Paese.
Alle tre serate parteciperanno diverse autorità civili e religiose. Visitatore d’eccezione sarà Mons. Guglielmo Giombanco , Vescovo di Patti, il nella serata del 30 .

Militello R., il Sindaco precisa sulla decadenza del Consiglio comunale


LE VERE MOTIVAZIONI DELLA DECADENZA DEL CONSIGLIO COMUNALE di MILITELLO ROSMARINO stanno nell’ irresponsabilità del consigliere Giuseppe Amata.

“Al fine di chiarire la verità e rassicurare la cittadinanza tutta di Militello Rosmarino” – il Sindaco Avv. Calogero Lo Re ha dichiarato: “ è necessario rendere note le motivazioni che hanno determinato le dimissioni dei sei consiglieri comunali di maggioranza. In occasione dell’ultimo consiglio comunale del 14 dicembre scorso, il consigliere comunale di maggioranza, Amata Giuseppe, senza dare preventiva comunicazione né al Sindaco, né al capogruppo, né al Presidente del Consiglio, incomprensibilmente e senza motivazione alcuna, si associava al voto contrario della minoranza, paralizzando l’operatività del civico consesso. Ciò premesso, per scongiurare ulteriore pregiudizio alla comunità militellese, di comune accordo con il Sindaco, i 6 consiglieri di maggioranza presentavano contestuali ed irrevocabili dimissioni al fine di far decadere l’organo consiliare ormai paralizzato e consentire al commissario ad acta di sostituirsi ad esso approvando le proposte di deliberazione finalizzate a dare ulteriore impulso all’attività politico-amministrativa dell’esecutivo. Il commissario regionale, infatti, nella giornata di ieri, 22 dicembre, ha approvato tutte le proposte rimaste inevase e, pertanto, già dal prossimo 27 dicembre l’A.C. potrà deliberare alcune importantissime iniziative già programmate per il bene dell’intera collettività. Nella mia lunga esperienza di primo cittadino – continua il Sindaco Lo Re – non mi sono mai sentito così orgoglioso e determinato, perché il gesto compiuto dal presidente del consiglio e dai consiglieri di maggioranza, figlio del grande senso di responsabilità e del profondo rispetto per la cittadinanza e per il ruolo di consigliere comunale, mi ha reso ancor più consapevole che l’impegno politico dei consiglieri di maggioranza è stato svolto con lealtà e nell’esclusivo interesse della collettività” conclude il Sindaco.

11863458_611213442315154_603282212212049373_n

 

Militello Rosmarino, al via l’ennesima edizione del Presepe Vivente


Nel tardo pomeriggio del 7 dicembre si è svolta presso la Sala Convegni del Museo Comunale di Militello Rosmarino la conferenza stampa di presentazione del Presepe Vivente. L’evento si svolgerà il 26 e il 30 dicembre 2017, dalle 20:30 alle 23:00, e il 6 gennaio 2018, dalle 17:30 alle 20:00.
A prendere la parola sono stati gli organizzatori il vice presidente dell’Anspi, Salvatore Blogna e Giuseppe Cardillo
Nei vari interventi, è stato dato rilievo all’importanza della manifestazione, vetrina per il piccolo paese nebroideo che, negli ultimi anni, grazie allo sforzo sinergico dell’associazionismo, dei volontari e dell’amministrazione comunale, è riuscita a far rivivere antichi mestieri e tradizioni, ormai quasi dimenticati.
In particolare, Salvatore Blogna, primo organizzatore a prendere la parola, con un plauso, ha sottolineato come l’impegno volontario di “giovani leve” abbia influito positivamente sulla buona riuscita della manifestazione. Tra le novità di questa edizione, l’apertura anticipata del Presepe per i bambini delle scuole dell’hinterland e la scelta di svolgere una delle giornate, il 6 gennaio, in orario pomeridiano, per rispondere alle richieste dei visitatori provenienti da lontano.
In seguito, Giuseppe Cardillo ha evidenziato la valenza religiosa del presepe vivente, momento di unione per la comunità militellese.
Infine è stato illustrato il percorso della manifestazione che si svolgerà all’interno del centro storico, con la possibilità di visitare quaranta siti ricostruiti in locali messi a disposizione, perlopiù da privati cittadini. La cura e la ricostruzione delle scene è stata coordinata da Salvatore Raffaele e da Nino Restifo, non sottovalutando alcun dettaglio, dai costumi alle attività tipici della Militello di fine ‘800-inizio ‘900, novità di quest’anno il mestiere dell’Agrimensore.
All’interno del percorso, sarà possibile degustare prodotti tipici della cucina locale.
Per informazioni è possibile seguire la pagina Facebook: Presepe Vivente dei Nebrodi e consultare il sito internet http://www.presepeviventemilitello.it tel. 3270471415 – 3202859759 – 3493375923.

MILITELLO ROSMARINO, E’ attesa per la conferenza stampa del 07 Dicembre.


Dopo il successo delle scorse edizioni del Presepe Vivente di Militello Rosmarino, sarà presentata il 7 dicembre 2017, alle ore 18:30, presso la sala culturale del Comune di Militello Rosmarino, in Via Libertà, l’edizione 2017/18.
Le date previste per la rappresentazione di quest’anno sono il 26 e 30 dicembre  e il  6 gennaio 2018. Ulteriori informazioni saranno rese note durante la conferenza stampa.
Per ulteriori informazioni rivolgersi a: (presepeviventemilitello@gmail.com) (www.presepeviventemilitello.it)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: