CAPO D’ORLANDO BLUES dal 31 luglio al 3 agosto 2014‏


LOCANDINA XXI CAPO D'ORLANDO BLUES

Chiudete gli occhi e provate ad immaginare.. un’incantevole cornice ottocentesca come la Villa Piccolo di Calanovella, un parco incantato che sorge sulla sommità di una collina che domina la piana di Capo d’Orlando affacciandosi sul mar Tirreno e sull’arcipelago delle Isole Eolie, le luci basse e soffuse, un’atmosfera rilassata e conviviale, degustazioni di birre artigianali locali e della buona musica blues.. tutto questo sarà il “Capo d’Orlando Blues Festival” 2014, una magia che si ripete da 21 anni.

Come ogni anno il “Capo d’Orlando Blues” si svilupperà in quattro giorni dal 31 luglio al 3 agosto di cui i primi due giorni si svolgeranno nell’isola pedonale del centro città, (ingresso libero) mentre il 2 e 3 agosto per la parte prettamente concertistica la manifestazione ritornerà nella storica sede di Villa Piccolo.

La due giorni dell’isola pedonale presenta la novità del  “Blues & Beer Village” un vero e proprio villaggio del blues che consentirà di assistere agli attesi concerti on the road , e di visitare i numerosi stand espositivi tra i quali quelli riguardanti i libri, le magliette del Festival, le bellissime cygar box guitar (le chitarre ricavate dalle scatole di sigari) , i gioiellini del riuso, i prodotti dell’artigianato, le percussioni e le danze degli artisti dell’associazione Italia-Togo Assileassime… Ovviamente all’interno del Blues & Beer Village, non potrà mancare la sezione concerti live on the road, che vedrà la partecipazione dei migliori bluesman made in Sud come Alessandra Salerno e Umberto Porcaro, Fabrizio Canale, the Acoustic Soul con la partecipazione di Carl Wilson.

Così come nei precedenti anni, anche questa XXI edizione del “Capo d’Orlando Blues Festival” proporrà, insieme alla buona musica, la presentazione dei prodotti enogastronomici d’eccellenza dei Nebrodi: quest’anno vengono presentate le birre artigianali prodotte qui sui Nebrodi. Una realtà nuova ed in rapida espansione, nella quale un ruolo molto importante è occupato dall’Ente di Sviluppo Agricolo della Regione Siciliana (ESA), con la filiera per la produzione della birra agricola “made in Sicily”. Il pubblico del Capo d’Orlando Blues potrà così conoscere i giovani produttori di birra artigianale dei Nebrodi, che proporranno la degustazioni dei loro prodotti, frutto di tanta passione e competenza, già apprezzati e premiati da esperti del settore. Di questa nuova e bella realtà si parlerà nel convegno che si terrà sabato 2 agosto alle ore 17,00 a Villa Piccolo, al quale parteciperanno i mastri birrai dei Nebrodi, e gli esperti dell’E.S.A.

Il Festival sabato 2 e domenica 3 agosto si trasferirà per la parte prettamente concertistica, con gli ospiti internazionali, nel Parco della Villa Piccolo di Calanovella dove, tra gli artisti partecipanti spicca la presenza di due prestigiosi esponenti della scena blues internazionale, quali Phil Cody (USA) e Stephel Dale Petit (UK). A 10 anni di distanza il songwriter americano Phil Cody torna in Italia (in esclusiva per la Sicilia) per presentare il suo nuovo album “Cody plays Zevon” pubblicato in Italia dall’etichetta Appaloosa (IRD). In questo attesissimo tour sarà accopagnato dalla stessa band che si conquistò il pubblico e la critica italiana: Steve McCormick (chitarre/voci), Roger Len Smith (basso/voci), Bryan “Smitty” Smith (batteria/voci). Lo spettacolo sarà un omaggio al suo maestro e mentore Warren Zevon, ma non mancheranno i brani più belli e importanti del suo repertorio. Altra presenza prestigiosa, il chitarrista californiano trapiantato a Londra Stephen Dale Petit, (a Capo d’Orlando in esclusiva italiana) collabora da anni con Mick Taylor e Ron Wood dei Rolling Stones, ha supportato Eric Clapton in tournèe, ed ha condiviso il palco e collaborato inoltre con Ronnie Wood, Chris Barber e John Mayall & the Bluesbreakers. L’esperienza in ambito blues maturata anche a fianco di artisti di questa levatura gli ha permesso di sviluppare un personale linguaggio blues che trae ispirazione dalle origini ma è influenzato dalle sonorità più moderne.

Ancora una volta, insomma, ci sono tutte le condizioni per far si che il binomio enogastronomia e musica di qualità decreti il successo di una manifestazione, il Capo d’Orlando Blues Festival, che da 21 edizioni si ripropone al proprio pubblico ogni volta con nuovi spunti e nuovi interessi.

Buon Festival a tutti voi!

TORTORICI – Presentazione del libro “Tortorici nelle Relationes ad limina dei vescovi di Messina e di Patti” di don Benedetto Lupica


Libro Bitto

Giorno 29 luglio 2014 alle ore 19.00 presso la Chiesa della Badia di Tortorici verrà presentato il libro di don Benedetto Lupica dal titolo “Tortorici nelle Relationes ad limina devi vescovi di Messina e di Patti“. Interverranno il Sindaco di Tortorici dott. Carmelo Rizzo Nervo e il parroco di Tortorici don Giuseppe Calabrese. L’evento sarà moderato dal Prof. don Cirino Versaci.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SANT’AGATA MILITELLO – VII “Sagra du pani cunzatu” in contrada Sprazzi


1610763_10204412815431206_3450010874310824892_n

SICILIA – Proposta del deputato grillino Alessio Mattia Villarosa


419103_103649739792696_1252940935_n

Alessio Mattia Villarosa, deputato del MoVimento5Stelle, comunica di aver presentato un ordine del giorno in sede di conversione del decreto-legge 26 giugno 2014, n.92, recante “Disposizioni urgenti in materia di rimedi risarcitori in favore dei detenuti e degli internati che hanno subito un trattamento in violazione dell’articolo 3 della Convenzione Europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali, nonché di modifiche al codice di procedura penale e alle disposizioni di attuazione, all’ordinamento del Corpo di polizia penitenziaria e all’ordinamento penitenziario anche minorile

Nell’OdG, controfirmato anche dal Messinese M5S Francesco D’Uva, il deputato Barcellonese impegna il Governo a mettere in atto tutte le procedure necessarie per predisporre le condizioni idonee per la trasformazione dell’OPG di Barcellona Pozzo di Gotto in Casa di Reclusione così come già progettato dal Provveditore dell’Amministrazione Penitenziaria per la Sicilia e dai Direttori Generali del DAP.

La struttura Barcellonese infatti garantirebbe un numero complessivo di 486 posti che renderebbero tale Istituto una struttura di assoluta avanguardia trattamentale nell’ottica di una soluzione, anche se parzialmente, del problema del sovraffollamento degli Istituti carcerari siciliani o, almeno, ad un miglioramento della situazione attuale che presenta preoccupanti criticità.

In un primo momento il Governo, tramite suo rappresentante, si era reso disponibile ad accoglierlo con una riformulazione che prevedeva un affievolimento dell’impegno a carico del Governo. Il deputato Alessio Villarosa, prendendo la parola, interviene in maniera decisa e riesce a convincere il rappresentante del Governo ad accogliere l’OdG nella formulazione originaria in modo da ottenere un impegno netto e ben definito. Il m5s verificherà sistematicamente le politiche che verranno messe in atto per far si che questo impegno venga effettivamente portato a termine.

 

SANT’AGATA MILITELLO – Giuseppe Ingrassia, nuovo dottore magistrale in agraria da 110 e lode!!


DSC_0070

Dopo non pochi anni, ecco che torna a Sant’Agata Militello una nuova Laurea Magistrale in Agraria, difatti nella Cittadina tirrenica pochissimi risultano i giovani che intraprendono gli studi agronomici.

Il neodottore è Giuseppe Ingrassia, giovane santagatese, molto attivo e conosciuto nel Comune nebroideo, appartenente a diverse associazioni e gruppi giovanili santagatesi come “Agorà”,I Love Pino” e “Piccola BottegaDSC_0149 dell’Arte” nonché giovane attivamente presente nelle attività della Parrocchia Santa Lucia del suddetto Comune.

Proclamato giovedì 24 luglio, con il massimo dei voti e la lode accademica, il neodottore ha discusso, presso l’Aula Magna G.P. Ballatore della Facoltà di Agraria dell’Università di Palermo, un’interessantissima tesi sperimentale dal titolo: “L’IMPATTO DEL PUNTERUOLO ROSSO SUL PATRIMONIO DELLE PALME: ANALISI SULL’EVOLUZIONE PAESAGGISTICA NEL COMUNE DI SANT’AGATA MILITELLO”, un importante studio che ha riguardato le aree verdi pubbliche di Sant’Agata Militello colpite dal Punteruolo rosso delle Palme ed altri interessanti aspetti sull’evoluzione paesaggistica che si osservano nel Comune santagatese con le rispettive ipotesi di ripristino. Interessante è stato il coinvolgimento dei cittadini attraverso lo studio e la redazione di un questionario di rilevazione.

Una laurea in Agraria mirata al paesaggio e alla progettazione e gestione del verde privato e soprattutto urbano che arriva a Sant’Agata Militello, in un periodo quanto mai azzeccato, poiché da diversi anni la cittadina è stata oggetto di critiche da parte degli abitanti stessi per via della cattiva gestione delle aree verdi pubbliche,  dall’estirpazione degli alberi di Piazza Duomo nel 2008 ai più recenti casi di potatura forzata.

La Tesi è stata dedicata, da parte del neolaureato, agli abitanti del comune di Sant’Agata Militello, come spiega lo stesso, per stimolare soprattutto i giovani concittadini, a continuare la battaglia per la difesa e la corretta gestione del grande patrimonio a verde pubblico santagatese. (Foto Andrea Sturniolo)

CAPO D’ORLANDO – “Blues & Beer Village” – Viaggio tra le birre artigianali di Sicilia


LOCANDINA XXI CAPO D'ORLANDO BLUES

 

Da qualche tempo l’attività concertistica dell’associazione Cross Road Club di Capo d’Orlando, che cura il progetto e l’organizzazione del “Capo d’Orlando Blues Festival”, si abbina alla presentazione di prodotti enogastronomici tipici del territorio dei Nebrodi. E’ già successo in passato con il Live Jazz & Dinner organizzato a Villa Piccolo,  proseguito poi con varie edizioni del Festival Blues dedicate alle case vinicole dei Nebrodi, e con i concerti invernali presso il locale “La Dispensa Folk Club” di Mirto accompagnati da prelibati “piatti unici” a km.0. Così, su quella scia, anche questa XXI edizione del “Capo d’Orlando Blues Festival” proporrà, insieme alla buona musica, la degustazione delle birre artigianali prodotte sui Nebrodi. Una realtà nuova ed in rapida espansione, nella quale un ruolo molto importante è occupato dall’Ente di Sviluppo Agricolo della Regione Siciliana (ESA), con la filiera per la produzione della birra agricola “made in Sicily”.

Giovedì 31 luglio e venerdì 1 agosto,  la Piazza Matteotti e l’antistante isola pedonale si trasformeranno nel regno del “Blues & Beer Village”, grazie all’allestimento di stand e casette in legno che ospiteranno tante attività tra le quali un info point del Capo d’Orlando Blues Festival, una zona dedicata ai libri con tema musicale, un punto vendita per i cd degli artisti ospiti ed ancora esposizione di strumenti musicali, mercatino del riuso, artigianato, etc.

Ovviamente all’interno del Blues & Beer Village, non potrà mancare la sezione concerti live on the road, che vedrà la partecipazione dei migliori bluesman made in Sud come Alessandra Salerno e Umberto Porcaro, Fabrizio Canale, the Acoustic Soul con la partecipazione di Carl Wilson. Accanto ai musicisti, il pubblico del Capo d’Orlando Blues potrà conoscere ed apprezzare i produttori di birra artigianale dei Nebrodi, che proporranno la degustazioni dei loro prodotti, frutto di tanta passione e competenza, già apprezzati e premiati da esperti del settore.

Pochi sanno che anche sui Nebrodi si produce della birra, ispirata al nostro territorio caratterizzato da fiumare, laghi, immense distese boschive ed orizzonti sconfinati al cospetto dell’Etna: un caleidoscopio di colori, sapori e profumi. Tutti prodotti rigorosamente siciliani che vengono curati nei minimi dettagli, dalla scelta delle materie prime, all’attenzione e al monitoraggio delle singole fasi del processo produttivo e di commercializzazione, fanno si che la carta vincente per queste giovani aziende sia ottenere un prodotto nel rispetto della più classica tradizione brassicola, affiancando a questo la ricerca di una birra nuova e intensa contaminata dai profumi e dai sapori che la nostra terra ci dona in ogni periodo dell’anno.

Insomma ci sono tutte le condizioni per far si che il binomio enogastronomia e musica di qualità decreti ancora una volta il successo di una manifestazione, il “Capo d’Orlando Blues Festival”, che da 21 edizioni si ripropone ogni volta con nuovi spunti e nuovi interessi. Il Festival sabato 2 e domenica 3 agosto si trasferirà, per la parte prettamente concertistica, nel Parco della Villa Piccolo di Calanovella.

SICILIA – Praticanti, rimborso di 400 euro al mese


news_img1_63380_scilabra

Un rimborso di 400 euro al mese per i praticanti. È in arrivo una boccata di ossigeno per i giovani avvocati, commercialisti, consulenti del lavoro siciliani che, già a partire da quest’anno, potranno ricevere un sostegno economico per il primo anno di tirocinio. Uscirà entro fine settembre il bando per quella che all’assessorato alla Formazione definiscono «Priorità 1» del Piano giovani, il programma regionale da cento milioni di euro di fondi comunitari ma erogati dallo Stato, per favorire l’occupazione. Per questa misura l’assessorato stanzia 12 milioni di euro. Il bando ha preso forma proprio in questa settimana: sono stati definiti i criteri e il protocollo di intesa che dovrà essere sottoscritto dagli Ordini che vorranno aderire all’iniziativa. I praticanti che aspirano ad accaparrarsi il rimborso spese saranno 3.333, dovranno avere fino a 35 anni non compiuti, essere residenti in Sicilia da almeno 24 mesi, disoccupati da almeno 6 mesi e iscritti nel registro dei praticanti dell’Ordine collegato al percorso di studio. Il rimborso sarà di 400 euro: 300 saranno a carico della Regione e 100 del datore di lavoro in cui si effettua il praticantato. L’assessorato ha avviato le consultazioni con gli Ordini professionali degli avvocati, dei commercialisti, dei consulenti del lavoro per definire i dettagli. Quello che già si sa è che per beneficiare dell’indennità di 400 euro non si dovranno avere vincoli di parentela e affinità fino al terzo grado con i professionisti o i soci degli studi dove si svolge il praticantato.

Il giovane non può essere ospitato più di una volta nello stesso studio e ogni professionista non potrà seguire più di un tirocinante che gode del rimborso. Il beneficiario, inoltre, non dovrà essere iscritto come praticante in altri registri o se lo sarà potrà presentare la domanda per avere il rimborso spese di un solo percorso di tirocinio. Il praticante non dovrà avere in corso un rapporto di lavoro autonomo, subordinato o parasubordinato con il professionista che lo ospita.
Il rimborso sarà corrisposto al tirocinante in due rate semestrali di 1800 euro ciascuna, dopo che l’assessorato avrà verificato che lo studio ha effettivamente corrisposto al tirocinante 100 euro al mese e che il praticante abbia svolto il periodo di tirocinio nel semestre di riferimento. Il sostegno economico durerà 12 mesi e coprirà, quindi, solo il primo anno di pratica. Non sarà possibile riuscire a comprendere, almeno per quest’anno, l’intera platea dei praticanti siciliani. Ma, assicura l’assessore Scilabra «la misura – quest’anno in fase sperimentale – sarà riproposta dall’anno prossimo fino almeno al 2020, usufruendo dei tre miliardi della prossima programmazione del Fondo sociale europeo. In futuro, inoltre, i beneficiari della misura saranno ampliati e si farà in modo di estendere la copertura anche al secondo anno di praticantato».
Le domande per potere usufruire del beneficio si presenteranno all’Ordine di riferimento, compilando il modulo che si potrà scaricare dal sito una volta pubblicato il bando. Gli Ordini dovranno firmare un protocollo di intesa con la Regione e Italia Lavoro, che prevede una serie di obblighi per tutte e tre le parti. Gli Ordini trasmetteranno ad Italia Lavoro l’elenco delle domande ricevute e si dovranno impegnare a realizzare anche in forma esclusivamente telematica uno sportello dove i giovani invieranno le istanze.
Soddisfatta l’assessore Scilabra: «Siamo la prima regione in Italia che lancia una misura di questo tipo, un sostegno a tutti quei giovani che spesso si trovano a svolgere un percorso di praticantato nella totale gratuità. È ingiusto che un ragazzo appena laureato debba svolgere il percorso di pratica senza alcun riconoscimento economico delle sue prestazioni professionali, spesso fondamentali per molti studi». Il bando verrà pubblicato sulla Gazzetta ufficiale e sul sito di Italia Lavoro, www.italialavoro.it/wps/portal/pianogiovanisicilia

FONT GIORNALE DI SICILIA

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 69 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: