SANT’AGATA MILITELLO – Presentazione del libro “San Costantino Imperatore – Storia, culto e tradizione popolare in Sicilia”


Invito Zuccarello

Giorno 11 ottobre 2014, alle ore 18.00, presso il salone del Circolo Dante Alighieri in Piazza Vittorio Emanuele a Sant’Agata Militello si terrà la presentazione del libro “San Costantino Imperatore – Storia, culto e tradizione popolare in Sicilia” a cura di Zuccarello Editore. Interverranno: Francesco Zuccarello per la casa editrice, Don Stefano Brancatelli, curatore della collana e Don Emanuele Di Santo, coautore.

1924324_864054936966436_7482263108789056054_n

SAN MARCO D’ALUNZIO – La Sala degli Affreschi del Museo Bizantino di San Marco d’Alunzio ospita le Cerimonie di laurea dell’Accademia di Belle Arti “Leonardo da Vinci”


image

Il 26 settembre 2014 alle ore 18.30 si è aperta, alla presenza del Presidente del Parco dei Nebrodi dott. Giuseppe Antoci, la cerimonia di laurea di due studentesse dell’Accademia di Belle Arti “Leonardo da Vinci” di Capo d’Orlando.

Giorno felice, dunque, per il Comune di San Marco d’Alunzio che lo ha visto protagonista di questo nuovo evento voluto dal Presidente dell’Accademia prof. Gaetano Mannelli, che ha intuito, nella Sala degli Affreschi del Museo della Cultura e della Arti Figurative Bizantine e Normanne, il luogo ideale per poter discutere e conferire la laurea alle due universitarie.

L’iniziativa stravolge il polveroso e rugginoso concetto che vede i musei in Sicilia come luoghi freddi, statici, chiusi in se stessi e dà conferma di volersi adattare alle altre esperienze di musei dinamici, in continua evoluzione, che si distinguono per l’impatto sul territorio sia in Italia che nel mondo, al passo con la nuova epoca riconoscendo nel patrimonio storico-artistico e nel museo anche realtà educative perché, riflettendo, la loro intrinseca missione è quella proprio di nascere, svilupparsi e, soprattutto, continuare a esistere nel tempo. La visita in un Museo è come una macchina del tempo che conduce il visitatore in spazi temporali che può scegliere per valutare lo sforzo dell’uomo nella sua evoluzione in tutti i campi: dall’arte alla tecnologica, dal pensiero alla comunicazione: lo studio di un passato che si confronta con il presente per produrre un futuro migliore.

Nell’occasione il Comune di San Marco d’Alunzio ha accolto con piacere la visita del Presidente del Parco dei Nebrodi dott. Antoci che, da moderno profeta, non solo ritrova la sua linea di pensiero nel nuovo metodo di presentare le strutture culturali, sottolineando l’importanza della diffusione della cultura come strumento che forma personalità creative che potranno agire per arricchire il territorio, ma non ha mancato di esprimere, con una nota di orgoglio, la presenza del comune di San Marco d’Alunzio nel territorio del Parco dei Nebrodi, definendolo anche come “la capitale della cultura dei nebrodi”, un modello da imitare, e che il Parco appoggia e supporta le iniziative e i progetti messi in campo dalla cittadina (da segnalare la mostra con opere di arte contemporanea realizzata dagli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Capo d’Orlando visitabile presso la Sala della Grande Cisterna del Castello Normanno fino al 05 ottobre e la mostra di opere pittoriche dell’artista Alessandro Maio allestita alla GADAM aperta fino al 19 ottobre 2014).

Il Museo diviene dunque luogo in cui la “forza cultura” è in grado di unire istituzioni pubbliche e private, dalla cui unione potranno nascere ricchi e importanti progetti che daranno un’impronta determinante a tutto il territorio nebroideo, e non solo.

Donatella Castrovinci

SANT’AGATA MILITELLO – Festeggiamenti in onore di San Francesco d’Assisi


San Francesco d'Assisi

SANT’AGATA MILITELLO – “Eco compattatori”, Morello rivendica la paternità del progetto


eco-compattatore-garby-raccolta-differenziata-recupero-rifiuti-640x362

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il comunicato stampa inviatoci da Massimo Morello, da poco nominato esperto dell’amministrazione comunale in materia di Marketing e Sviluppo Territoriale. 

Ho appreso qualche giorno fa da un Social Network e da alcuni siti di informazione sul web, che riportavano la notizia, che alcuni componenti della maggioranza consiliare avrebbero presentato una mozione, in discussione per il Consiglio Comunale del 29 Settembre 2014, riguardante l’installazione di Eco Compattatori.

Giova a questo punto informare che il progetto per l’installazione di Eco Compattatori rappresenta uno dei 15 punti del programma da me presentato, da quasi un anno, al Sindaco Sottile e che grazie all’incarico da lui conferitomi in materia di “Marketing e Sviluppo Territoriale” sono riuscito in breve tempo a portare a1909549_1113166152181_318798_n compimento. L’interlocuzione con soggetti specializzati nel settore mi ha consentito di sviluppare da tempo un progetto, che ho già condiviso con il Sindaco, molto più ampio di quello sottoposto al Consiglio Comunale, in quanto ho ideato e coordinato tutta una serie di attività connesse al conferimento e alla raccolta attraverso gli Eco Compattatori, che contribuiranno maggiormente a promuovere al meglio l’iniziativa e a sensibilizzare ed educare di più i cittadini alla Raccolta Differenziata, portando allo stesso tempo innumerevoli vantaggi, anche economici, sia per il cittadino che per l’Ente Pubblico, ma anche per il tessuto imprenditoriale.

Questo mio progetto, coordinato, appoggiato e condiviso in pieno dal Sindaco Sottile, è già pronto per essere attuato a breve termine, con l’installazione dei primi Eco Compattatori nel Centro Cittadino santagatese, dove si potranno conferire bottiglie e diversi contenitori di plastica, lattine e tappi di plastica, non come erroneamente descritto nei vari articoli. In più le Attività Promozionali collegate con gli Eco Bonus rilasciati dagli Eco Compattatori a ciascun conferimento saranno spendibili in molte attività commerciali del territorio santagatese e questo posso affermarlo a pieno titolo visto che rappresento la realtà associativa imprenditoriale più importante del nostro territorio. Ovviamente, sottraendomi a qualsiasi giudizio sull’iniziativa politica della maggioranza consiliare che resta lodevole, è evidente che già da tempo la parte principale del progetto è stata già consumata anche con le relative valutazioni economiche .

Considerato ciò mi sembra doveroso organizzare, nel giro di breve, un incontro con tutte le parti politiche per presentare ufficialmente il mio programma di “Marketing e Sviluppo Territoriale”, al fine di evitare inutili sovrapposizioni con la legittima attività politica che possano ingenerare confusione alla cittadinanza sulla paternità delle iniziative promosse. Con onestà, lealtà e grande senso di appartenenza… Viva Sant’Agata di Militello!!!

 

Sant’Agata di Militello, 30 Settembre 2014

 

Massimo Morello

GALATI MAMERTINO – La cerimonia di consegna dei premi antimafia ai vincitori della II edizione del “Salvatore Carnevale”


fotogalatimamertino230914

In un’aula consiliare gremita di cittadini e simpatizzanti del PSS (Partito socialista siciliano) e alla presenza dell’ex ministro socialista Salvo Andò, di personalità del mondo politico, culturale e sindacale, Antonio Matasso presidente della Fondazione socialista antimafia “C. Battaglia” – oltre ad illustrare con puntuali precisazioni i <<profili>> dei destinatari del riconoscimento antimafia intestato a Salvatore Carnevale il giovane sindacalista galatese assassinato a Sciara (Pa) il 16 maggio 1955 per mano della mafia (Galati Mamertino oggi lo ricorda avendogli intitolato, per interessamento della dirigenza la locale sezione PSdS “Italo Carcione”, l’aula consiliare), ne ha moderato il dibattito.

Per il sindaco Bruno Natale, nel porgere ai convenuti il saluto personale e quello della cittadinanza, il <<Premio è un’occasione d’alto valore storico e morale per il mio paese e gli illustri ospiti convenuti in quest’aula consiliare per presenziare alla consegna di attestati antimafia che vogliono ricordare e perpetuare il ricordo di un martire qual è stato Salvatore Carnevale, ne è la prova tangibile>>. Gli fa eco il presidente del Consiglio Gaetano Emanuele affermano che <<grazie al lavoro d’informazione compiuto in questi anni, è “uscita” dall’oblio la figura dell’eroico sindacalista meritandosi un posto d’onore nell’albo d’oro dei figli illustri di questa terra>>. Per Gaetano Zingales (scrittore), ex sindaco di Longi ed attuale componente il coordinamento regionale del Pss che ha consegnato il premio a Placido Rizzotto <<è stata una viva emozione consegnare il premio della Fondazione socialista antimafia a colui che ha ereditato non solo il nome ma anche i valori umani e socialisti del suo antenato>>.

Ha concluso i lavori l’ex ministro socialista Salvo Andò, attuale presidente nazionale di LabDem – associazione ispirata dall’europarlamentare socialista e capogruppo del Pse Gianni Pittella -. L’esponente politico che ha disquisito sia pure succintamente sull’attuale momento politico italiano, riferendosi al Premio antimafia <<Turiddu Carnevali>> di cui Galati ne celebrava la seconda edizione, si è complimentato con gli organizzatori che nella scelta dei premiandi <<hanno tenuto conto del valore dei candidati e dei loro curricula>>.

I riconoscimenti sono andati a: Placido Rizzotto, dirigente Cgil e nipote omonimo del sindacalista ucciso dalla mafia a Corleone il 10 marzo del 1948; Nino Messina (Dc) e Carmelo Giuseppe Antillo (Psdi) ex sindaci di Capo d’Orlando che ebbero un ruolo determinante nel sostenere la rivolta dei commercianti orlandini contro il racket; Gaspare Agnello scrittore, storico militante socialista. Una targa è stata inviata anche a Nicola Badalucco, candidato al premio Oscar per il film <<La caduta degli dei>>, già giornalista dell’<<Avanti!>>, bloccato a Roma per precedenti impegni. I <<premiati>>, non solo hanno espresso parole di compiacimento per il “riconoscimento” ricevuto, ma nel riceverlo – tra la massima attenzione dei presenti – hanno commentato con felici riflessioni la loro azione etica e sociale contro il fenomeno mafioso.

NINO VICARIO

BROLO – Ricordata la figura del Giudice Rosario Livatino


436A2515

Per ricordare la limpidissima figura del Giudice Rosario Livatino, nel 24° Anniversario della sua morte, si è svolto a Brolo ( prov. di Messina), Domenica 21 Settembre 2014, presso l’Auditorium “Nino Milone”, il Convegno sul tema:  Rosario Livatino: liberi di scegliere per una condizione di giustizia assoluta.

L’iniziativa, organizzata e autofinanziata da tutti i soci dell’Associazione di Cultura e Solidarietà Raggio di Sole di Brolo, è stata patrocinata dall’Associazione Nazionale Carabinieri-Sez. di Capo d’Orlando, dal Movimento Nuova Presenza “Giorgio La Pira” di Messina e dal Gruppo Scout A.G.E.S.C.I. di Sant’Agata Militello e ha visto la presenza del Comandante Provinciale dei Carabinieri di Messina, Colonnello Stefano Spagnol e di un pubblico numeroso costituito tra gli altri, da tantissimi giovani, da rappresentanti delle Istituzioni, Autorità civili e militari.

In questa occasione si è reso omaggio alla memoria di un giovane Magistrato che ha sacrificato la propria vita per difendere i valori della legalità contro ogni forma di violenza e di sopraffazione e al suo vissuto di profonda fede.

All’inizio è stato letto il messaggio del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, un messaggio di apprezzamento per l’iniziativa dell’Associazione di celebrare con un Convegno il 24° Anniversario della barbara uccisione del Giudice Rosario Livatino e seguito poi l’Inno Nazionale per esprimere il ricordo di una figura eroica per tutta la Nazione.

Successivamente è stato presentato il canto dal titolo: L’ALBA NUOVA UN DÌ VERRÀ , dedicato al Giudice Rosario Livatino, il cui testo è del poeta Rosario La Greca, Fondatore e Presidente Emerito dell’Associazione Raggio di Sole. A seguire, la proiezione di un filmato sul Giudice, realizzato  dagli studenti dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Cavour – Marconi” di Perugia.

Il Convegno è stato moderato dall’Avv. Manuela Varrica, giornalista e Vicepresidente dell’Associazione Raggio di Sole e ha visto la presenza di 2 autorevoli relatori: il Dott. Angelo Cavallo, Sostituto Procuratore della Direzione Distrettuale Antimafia di Messina e Don Terenzio Pastore, Parroco del quartiere Provinciale di Messina e Presidente dell’Associazione Addiopizzo di Messina, che hanno onorato la figura del Giudice Livatino, portando il loro pregevole contributo di esperienza personale di giustizia, legalità e di fede.

Nell”ambito dell’iniziativa sono stati premiati gli studenti delle Scuole Secondarie Superiori che hanno partecipato con un elaborato alla 2a Edizione del Premio LetterarioLegalità è … libertà.

Una Giuria presieduta dal Presidente Emerito dell’Associazione Raggio di Sole Poeta Rosario La Greca e composta da componenti dell’Associazione ha valutato e scelto i migliori elaborati, stilando all’unanimità la seguente graduatoria finale:

1° POSTO Ex aequo Maria Anastasia Arcuri –  Classe V A 

Liceo Classico Statale “B. Telesio” – Cosenza

1° POSTO Ex aequo Rita DucatoClasse V F

Liceo Classico Statale “Francesco Scaduto” – Bagheria (PA)

2° POSTO  Antonio Orlando – Classe V B IGEA

Istituto D’Istruzione Superiore Borghese – Faranda” Patti (Me)

3° POSTO Raffaella Nastasi   Classe I A   –   Silvio Nastasi  Classe I C

Liceo Classico Statale “G. B. Impallomeni “ – Milazzo (Me)

PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA  Calì  ChiaraI Liceo Scientifico

Istituto Scolastico Paritario “Canonico Annibale Maria Di Francia” – Messina

 436A2495

Sono stati inoltre consegnati i riconoscimenti della 3a Edizione del Premio “ TESTIMONI DI LEGALITA’”, un riconoscimento che viene assegnato dall’Associazione di Cultura e Solidarietà Raggio di Sole di Brolo, a Personalità, Associazioni e Religiosi, che si sono distinti nel promuovere e diffondere la cultura della legalità e per l’impegno civile e ambientale. Il Premio viene conferito anche ai Rappresentanti delle Forze dell’Ordine e della Giustizia, come segno tangibile di  sostegno e di grande vicinanza al loro impegno quotidiano. Un impegno portato avanti con coraggio e dedizione, culminato anche con importanti successi sulla criminalità organizzata.

Il Premio è stato conferito  al  Dott. Angelo Cavallo, Sostituto Procuratore della Direzione Distrettuale Antimafia di Messina, a Don Terenzio Pastore, Parroco del quartiere Provinciale di Messina e Presidente dell’Associazione Addiopizzo di Messina e a Don Giuseppe Trifirò, Parroco frazione di Archi (S. Filippo del Mela) e di Pace del Mela e Presidente Associazione Tutela Salute dei Cittadini. Quest’anno ricorre il  10° anno di vita dell’Associazione Raggio di Sole. Per l’occasione è stato istituito il Premio Raggio di Sole 2014, un riconoscimento assegnato a giovani neolaureati che si sono distinti per abnegazione, dedizione e grande impegno nello studio e ad Associazioni che operano nel campo dell’impegno sociale. Il Premio è stato conferito per l’impegno nello profuso nello studio al Dott. Sandro Araca e  per l’impegno sociale alla Caritas Diocesana di Patti.

La serata non poteva che concludersi con il saluto di tutta l’Associazione Raggio di Sole e dei  presenti davanti alla stele eretta a Brolo, in Via Principi Lancia, in memoria del Giudice Rosario Livatino, un uomo dall’integrità mai ostentata che si affidava unicamente a una sigla: STD (“Sub Tutela Dei”- “Sotto lo sguardo di Dio”). Uno splendido esempio di rettitudine civile e integrità morale per le future generazioni.

Luigi La Greca

Addetto stampa  e Vicepresidente Associazione Raggio di Sole

SANT’AGATA MILITELLO – Visione del film: “Luce verticale. Rosario Livatino. Il Martirio”, regia di Salvatore Presti


10428689_1477866399132984_3217660247393657549_n

 

Lunedì 29 settembre 2014 ore 9.30, presso il Palauxilium dell’Istituto Zito FMA, in occasione dell’inizio dell’anno scolastico 2014/2015 il Sindaco di Sant’Agata Militello dott. Carmelo Sottile invita gli studenti degli Istituti superiori alla visione del film: “Luce verticale. Rosario Livatino. Il Martirio“, regia di Salvatore Presti. 

 

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 70 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: