VERDENA – TROVAMI UN MODO SEMPLICE PER USCIRNE


Pubblicati i redditi 2007. Dopo Berlusconi c’è Veltroni !!!


zio-paperone1
Sono state rese pubbliche le dichiarazioni dei redditi 2008, relative all’anno 2007, dei politici italiani. Silvio Berlusconi, si conferma il più ricco con 14.532.538 di euro. Lo segue l’ex segretario del Pd Walter Veltroni, che dichiara 477.778 euro, più del doppio del suo successore Dario Franceschini, che si colloca al terzo posto con 220.419 euro. Al quarto posto il leader dell’Idv, Antonio Di Pietro, con 218.080 euro.A seguire Massimo D’Alema, che dichiara 171.044 euro. Il leader dell’Udc, Pier Ferdinando Casini (142.130 euro), supera di poco il leghista Umberto Bossi (134.450 euro). Ultimo il presidente della Camera e leader della disciolta An, Gianfranco Fini, con i suoi 105.633 euro.

Raffrontandolo con l’anno precedente, il reddito del premier è pari a un decimo: 14.532.538 rispetto ai 139.245.570 euro del 2006. Il premier ha pagato un’imposta lorda di 6.242.161 euro, mentre l’imposta a credito èef7fcb45f47cb1d3aad7f028dc15e2a7 stata di 399.169 euro. Molti i beni e le partecipazioni in società, tra cui immobili a Milano ed Antigua. A livello di auto Berlusconi possiede una Mercedes 600 Sel del 1992, una Audi A6 del 2006, oltre a tre imbarcazioni. Diverse le partecipazioni societarie. Il premier certifica poi di essere presidente del consiglio di amministrazione della Fondazione Luigi Berlusconi Onlus e di essere stato, fino all’8 maggio 2008, presidente del Cda del Milan Calcio.

Ridottissime le spese elettorali: appena 19,02 euro per l’apertura e la chiusura di un conto bancario intestato a Giuseppe Spinelli, in qualità di mandatario elettorale. Berlusconi spiega poi di non avere ricevuto contributi elettorali nè in denaro nè in servizi gratuiti da terzi in nessuna forma, di non aver assunto obbligazioni per la propaganda elettorale e di non aver usufruito di materiale di propaganda elettorale messo a disposizione dal Pdl e riferibile direttamente alla sua candidatura.

pdpLa seconda carica dello Stato supera la terza anche per reddito. Renato Schifani stacca nettamente Gianfranco Fini: il primo ha dichiarato 159.809 euro, più un’abitazione a Palermo, il secondo si ferma ad un imponibile di 105.633, e non è titolare di abitazioni. Fini supera Schifani solo per quel che riguarda il parco macchine: un’Audi S4 cabriolet, una Mini Cooper e una Smart, contro due Lancia Ypsilon.

Tra i senatori a vita è Carlo Azeglio Ciampi il più ricco, in virtù di un imponibile di 750.657 euro. Secondo Sergio Pininfarina con 531.360 euro; al terzo posto Giulio Andreotti con 522.710 euro; al quarto Oscar Luigi Scalfaro con 230.106; al quinto Rita Levi Montalcini con 219.639; al sesto posto Emilio Colombo con 169.740 euro. Chiude la graduatoria Francesco Cossiga con 134.674 euro. BEATI LORO…..!!!

Colpevoli per non aver commesso il fatto – Marco Travaglio


Finale di Amici 2009. Chi vincerà?


headDomani sera ultima sfida ad Amici: in diretta dal teatro 5 di Cinecittà, in prima serata su Canale 5, Maria De Filippi conduce la Finale del talent show campione di ascolti. Finalisti dell’ottava edizione tre cantanti, Alessandra, 21 anni nata a Galatina, Luca, 22 anni di Avellino, Valerio, 18 anni nato a La Maddalena, e una ballerina, Alice, 20 anni di Jesi. Il meccanismo prevede sfide con eliminazione diretta.

c_3_foto_624_foto2Questa settimana i ragazzi si sono preparati su oltre 35 esibizioni, che li hanno messi alla prova a 360 gradi. Nella sfida, senza esclusione di colpi, i quattro allievi si c_3_foto_583_foto2affrontano anche sul piano della completezza e versatilità artistica. Così mentre Alessandra, Luca e Valerio eseguono coreografie di danza, Alice si cimenta nel canto. Si parte dalla classifica di gradimento: è l’ultimo in graduatoria a dare inizio alla gara con il amici8_valerioscanu_18gennaio2009diritto di scegliere chi sfidare. Il vincitore della prova decide a sua volta l’avversario della seconda sfida e così via via fino alla proclamazione del vincitore. In palio per la vittoria un premio di 200 mila euro, una borsa di studio del valore di 50 mila euro e per i cantanti un contratto con le case discografiche. In studio una commissione di giornalisc_3_foto_611_foto2ti delle più accreditate testate quotidiane italiane assegnerà il premio della stampa, ma anche esponenti dei maggiori network radiofonici e delle grandi major discografiche. Attraverso il televoto (all’16426) o via sms (al 48425) sarà ancora il pubblico a casa a scegliere chi tra i quattro giovani talenti sarà il vincitore dell’ottava edizione del programma di Maria De Filippi. Secondo voi chi vincerà?

ALESSANDRA VINCE LA FINALE DI AMICI. BATTUTO VALERIO

alessandra-amoroso-vince-amici-109511Alessandra Amoroso, 21 anni, è la vincitrice del talent show di Canale “Amici”. E’ stata incoronata dalla presentatrice Maria De Filippi dopo una finale avvincente ed emozionante. Alessandra, originaria di Galatina in provincia di Lecce, ha battuto l’altro finalista, il sardo Valerio, che era dato per favorito essendo stato primo in classifica per diverse settimane. Ad Alessandra andranno 200.000 euro, ed un contratto discografico.

Cliccate qui per leggere gli altri articoli sulla finale di Amici 2009 http://santagatando.wordpress.com/2009/03/25/alessandra-amoroso-vince-la-finle-di-amici-2009/

Ecco il responso sul sondaggio relativo alla Social card


social_card_santagatando

social_cardsantagatando‘Social card':è un modo efficace per combattere la crisi?

Era questa la domanda del sondaggio e,  per quanto mi riguarda, devo ammettere che era da aspettarsi un risultato del genere.

I lettori che hanno deciso di votare sono stati ben 549.

A vincere è stato il NO con 345 voti (63% circa)!

 105 persone, il 19% circa, invece, ritengono che questa forma di aiuto economico sia effettivamente utile, mentre, hanno espresso la preferenza non so 99 persone, il 18% circa.

Spero che commentiate questo articolo, mi riferisco soprattutto a coloro che si sono espressi con una decisione netta, si o no, e mi illuminino sul perchè della loro scelta.

FRANCESCO LAZZARA

Città di Sant’Agata – 22 Marzo 2009‏


cittc3a0disant27agata2Entusiasmante partita, piena di colpi di scena, peccata però da un finale alquanto vergognoso, il quale la società del presidente Filippo Miracola, intorno all’ ’83 è stata aggredita dalla locale formazione, facendo surriscaldare gli animi, costringendo al direttore di gara di decretare il triplice fischio; a farne le spese il più di tutti è l’allenatore santagatese Pippo Currò (nella foto), colpito al volto con un pugno dal tecnico locale Enrico Catania, facendo restare allibitii dirigenti santagatesi presenti nella faticosa trasferta di Sant’Angelo di Brolo, per l’ignaro gesto compiuto dall’ex tecnico e amico della squadra vincitrice del torneo. Nel dopo gara e negli spogliatoi si susseguiranno altri battibecchi e minacce dalla locale formazione, che hanno costretto l’immediatogetattachment14 intervento della locale stazione dei Carabinieri; solo dopo il loro intervento si sono sciolte le acque per un amaro ritorno a casa per un’inutile match che non aveva nessun significato al proseguio del campionato, in quanto il “Città” ormai certa della vittoria finale del torneo, invece, l’Olimpia salva e tagliata fuori dalla lotta play-off, in quanto per gli scontri diretti è in svantaggio sulle altre concorrenti all’ultimo poso disponibile nella griglia. Le reti sono state messe a segno da Ignazio Presti e Biagio Zingales. Questi i risultati della 21.ma giornata e la classifica :

Longi – San Basilio – ND
Iniziativa – Circolo San Giorgio – 0-2
Mamertina – Fitalese – ND
Olimpia – Città di Sant’Agata – sosp. all’83 sul 2-2
Oliveri – Capizzi – ND
Sfarandina – Montagnareale – ND

CLASSIFICA: Città di Sant’Agata 46; Circolo San Giorgio 36; Longi e San Basilio 34; Oliveri e Sfarandina 33; Olimpia 27; Iniziativa e Mamertina 20; Capizzi 19; Fitalese 17; Montagnareale 11.

PROSSIMO TURNO (Domenica 29 Marzo 2009, ore 16.00) :

Capizzi – Mamertina
Circolo San Giorgio – Sfarandina
Città di Sant’Agata – Longi
Fitalese – Iniziativa
Montagnareale – Olimpia
San Basilio – Oliveri

STEFANO PRESTI

Un atleta muore dopo la maratona di Roma


maratona_santagatandoAveva 46 anni, M. F., dell’Atletica di Parma. Era venuto a Roma per correre la Maratona e ha tagliato il traguardo in tre ore e trenta minuti. Ma poi, mentre tornava in hotel, si è accasciato in una strada di Colle Oppio. A nulla è servito l’intervento dei sanitari che hanno provato a rianimarlo, l’uomo non ha più ripreso i sensi. Un triste epilogo per la 15/ma edizione della maratona di Roma che ha attraversato le strade della Capitale e che ha visto il dominio degli atleti keniani. A vincere la 42 chilometri è stato il keniano Benjamin Kiptoo Kolum con il tempo di 2h07’17«, nuovo primato della gara capitolina.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 69 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: